Barletta, presentati gli eventi per la Disfida: il programma dettagliato

0
2673

Così ha esordito il Sindaco, Pasquale Cascella, questa mattina durante la conferenza di presentazione del programma ufficiale della storica Disfida di Barletta, in una cornice altrettanto storica, la Cantina della Sfida, e ha ricordato come:” Questa Disfida è stata una vera sfida per tutta l’Amministrazione, abbiamo sfidato le ristrettezze economiche, contando sul supporto essenziale della Regione Puglia e della Provincia, consegnando allo spirito volontaristico l’ambizione di ritrovare l’evento al culmine dell’estate barlettana per riaccendere insieme quello spirito di comunità che nella storica Disfida ha radici profonde”.

Dopo il Sindaco, è intervenuto il Presidente della Provincia di Barletta Andria Trani, Francesco Ventola : “Non vediamo l’ora che con la rievocazione della Disfida di Barletta si riaccenda quella fiammella nei cittadini barlettani;  personalmente ritengo sia un evento che merita la stessa rilevanza di altri appuntamenti culturali e turistici della Regione – facendo riferimento alla notte della Taranta che si svolge ogni anno, nella serata conclusiva a Melpignano e ha sottolineato che “per questo, la manifestazione deve divenire strutturale, organizzarsi anno dopo anno, in modo da attirare sempre più turisti e contribuire a rilanciare l’economia locale. Sperando che questa straordinarietà diventi ordinarietà”.

Nel corso della conferenza stampa, condotta dall’assessore alla Cultura e alle Identità Giusy Caroppo, sono intervenuti anche l’assessore Antonio Divincenzo, la dirigente Santa Scommegna,  la presidente del Consiglio Comunale Carmela Peschechera e il regista della manifestazione Francesco Gorgoglione che minuziosamente ha presentato gli attori della Disfida ed elencato tutte le associazioni che ne hanno preso parte,  dettagliatamente poi ha riferito tutto il programma dell’intera manifestazione e con entusiamo ha dichiarato :”Oggi, dopo dieci anni di silenzio, presentiamo una Disfida rinnovata e innovativa. Una Disfida che, a parte il certame, comprende tutti i passaggi più significativi: l’offesa, l’araldo, il giuramento, il corteo storico. L’idea cardine di questa edizione è legare i luoghi culturali della città agli episodi storici e collegare le periferie con il centro della città. Abbiamo puntato sul territorio, sulle sue risorse, sui suoi talenti, anche nella scelta degli attori e delle comparse per consentire ai cittadini di riappropriarsi della propria identità attraverso la storia. Saranno coinvolti anche i bambini e le scuole con un racconto della Disfida a misura loro.”

Dalle ore 10.00 di venerdì e con un intervallo di due ore sino alle 18.00, partendo dalla Cantina della Sfida sarà possibile effettuare delle passeggiate guidate itineranti per i luoghi della Disfida. Nella Cantina, alle 20.00, alle 21.00 e alle 22.00 sarà poi rappresentata l’“Offesa” (durante gli intervalli sarà possibile degustare i vini della Cantina Sociale di Barletta). Seguirà, alle ore 21.00, l’annuncio del “Bando di Sfida” nella Piazzetta Monsignor Damato, con la partecipazione di figuranti in costume. Fulcro delle celebrazioni sarà la giornata di sabato.

In mattinata, alle 10.00, alle 12.00, alle 16.00 e alle 18.00, proseguiranno le passeggiate guidate sempre partendo dalla Cantina. Sarà un araldo a cavallo, alle 11.00, ad annunciare – a partire dal Castello e per le vie della città – il bando di sfida, accompagnato dagli squilli delle trombe e dal rullo dei tamburi. Alle 17.30, da Villa Bonelli e da Piazza Principe Umberto si snoderanno i due “Cortei dei Familii” con figuranti in abiti rinascimentali che raggiungeranno il centro storico ricongiungendosi al Castello da dove, alle 18.30, partirà il corteo per l’investitura e il giuramento dei 13 cavalieri italiani verso Porta Marina. Qui, alle 19.00, avranno luogo l’investitura e il giuramento: Ettore Fieramosca, interpretato da Giovanni Conversano, e i tredici italiani, si presenteranno al cospetto del Gran Capitano Consalvo da Cordova (rappresentato da Vito Signorile) dinanzi al Vescovo e ai cugini Fabrizio e Prospero Colonna (rispettivamente Michele Sinisi e Gianpiero Borgia).

Nobili, armigeri e popolani si ritroveranno nella animazione di gruppi storici delle associazioni cittadine “I Fieramosca”, “Brancaleone”, “Bardulos” e “Aufidus”. Alle 19.30 si snoderà da Piazza Marina il corteo che giungerà al Castello dove i cavalieri francesi sconfitti saranno scortati dai soldati spagnoli. Al culmine delle celebrazioni, alle 19.45, il corteo trionfale, che partirà dal Castello per attraversare via Cavour, corso Garibaldi, via Baccarini, piazza Aldo Moro, via C. da Cordova, corso Vittorio Emanuele, via Nazareth, via Cialdini e via Duomo, con numerosi figuranti, tamburini, trombettieri, principi, nobili, soldati, cavalieri a cavallo, mangiafuoco, giocolieri e popolani. Giada Pezzaioli a interpretare Ginevra di Monreale, Emilia Gorgoglione vestirà i panni di Elvira da Cordova, Giuseppe Nevola sarà Guy de la Motte, araldo d’eccezione, Pietro Filannino. A narrare gli eventi, Elena Cotugno. Un tripudio di colori attraverserà le strade cittadine immergendo il pubblico in una suggestiva atmosfera rinascimentale sino alle 22.00 quando, dal Castello, uno spettacolo pirotecnico musicato darà il via alla “Notte bianca” di Barletta che, sino alle 04.00 del mattino, animerà la città con musiche, balli, tornei, degustazioni e animazione per grandi e piccoli.

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here