Scuole specializzazione medici, confermati 5 mila contratti. Caracciolo: «Si tutela la salute»

0
494

Con il via libera dal Ministero dell’Economia e delle Finanze è stata assunta la decisione di onorare l’impegno relativo al contingente di 5000 contratti statali da mettere a concorso per i medici per l’accesso alle scuole di specializzazione di area sanitaria nell’anno accademico 2013/2014. Il Ministero si prenderà anche carico di ottemperare con finanziamenti aggiuntivi alla sentenza del Consiglio di Stato che ha imposto il finanziamento di borse di studio per gli aspiranti specializzandi non medici, per i quali in autunno si dovrebbero parimenti sbloccare le procedure concorsuali.

“Il bando di concorso – sottolinea il consigliere regionale Filippo Caracciolo – sarà pubblicato l’8 agosto mentre il 6 agosto le Regioni che non lo abbiamo ancora fatto avranno tempo di formalizzare la loro proposta di copertura finanziaria di contratti aggiuntivi regionali comprese le regioni che l’avevano presentata condizionata alla disponibilità dei fondi. Invito gli uffici competenti della Regione Puglia a verificare l’adempimento alle scadenze indicate e rispettare i tempi per cogliere l’opportunità a vantaggio della formazione di personale medico.

“La notizia dei fondi disponibili per l’accesso alle scuole di specializzazione per i medici – continua Filippo Caracciolo – è una notizia di grande rilevanza. La formazione di nuovi medici aiuta il ricambio degli specialisti del Servizio Sanitario Nazionale e migliora la politica di tutela della salute dei cittadini”.

“Infine – conclude il consigliere regionale e presidente della V commissione Filippo Caracciolo – in assenza di opportunità nel nostro Paese i giovani medici, come già succede, vanno a specializzarsi all’estero diminuendo il capitale umano a disposizione della nostra nazione e disperdendo l’investimento di circa cento mila euro per laureato che va a beneficio di altri Paesi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here