Regione Puglia e la Scuola di Bollenti Spiriti, Mennea (Pd): «Diretta da giovani per i giovani»

0
405

 “La scuola di Bollenti Spiriti – spiega il Consigliere – è un percorso intensivo di apprendimento finalizzato a formare operatori di politiche giovanili (youth worker) in grado di contribuire a diffondere le opportunità di partecipazione a giovani e contesti con capitale culturale, economico e relazionale debole, attuando così il nuovo Piano Bollenti Spiriti 2014 – 2015 denominato “Tutti i giovani sono una risorsa”.

L’intento è quello di promuovere azioni generative in diversi campi di attività che valorizzino il contributo dei giovani cittadini al bene comune e siano occasione di sperimentazione, apprendimento non formale e scoperta dei talenti inespressi. Sarà favorita l’emersione e l’interconnessione di energie e risorse latenti degli attori istituzionali, economici e sociali e dei giovani cittadini pugliesi. Insomma – tiene a precisare Mennea – per cambiare le cose bisogna cambiare i protagonisti che non possono essere sempre gli amici fedeli degli amici e i raccomandati mediocri di professione. La scuola di Bollenti Spiriti – entra nel dettaglio del bando Mennea – sarà aperta a cittadini italiani e stranieri, residenti in Puglia, maggiorenni alla data di presentazione della domanda di candidatura e nati a partire dal 01/01/1978 e per partecipare è necessario compilare in tutte le sue parti il formulario disponibile sui siti web dell’ARTI (www.arti.puglia.it) e del programma Bollenti Spiriti (bollentispiriti.regione.puglia.it).

Le candidature dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 16.00 del 15/09/2014 e al termine della valutazione, verranno ammessi alla Scuola di Bollenti Spiriti i primi 30 candidati in graduatoria. Non sarà un’operazione di marketing politico – sottolinea Mennea – ma una vera e propria selezione tra i migliori giovani talentuosi in grado di risvegliare la motivazione e la fiducia che molti ragazzi anno smarrito. Per questo, la scuola di Bollenti Spiriti avrà carattere residenziale, ai partecipanti sarà garantito l’alloggio e verrà corrisposta un’indennità di partecipazione e vitto pari ad un massimo di 1.600,00 Euro, al lordo delle ritenute di legge, corrispondenti a 5,00 Euro per ogni ora di effettiva frequenza al corso. Credo che questa sia la strada giusta per ridare vigore alle politiche giovanili che rendono protagonisti i giovani pugliesi, autentica ed invidiabile risorsa dei nostri tempi”, conclude Ruggiero Mennea.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here