Prenotazioni in farmacia, esito incontro Asl Bt-FederFarma: progetto sperimentale valutato dalla Regione Puglia

0
147

Nella riunione di oggi è stato proposto un progetto di sperimentazione gestionale che prevede un costo di euro 1,50 a carico della Asl per ogni prenotazione effettuata in farmacia e fino a un tetto massimo di 250mila euro annui: le tariffe sono state definite sulla base dei costi aziendali e del numero delle prenotazione effettuate nelle farmacie lo scorso anno.

Il progetto di sperimentazione gestionale dovrà essere sottoposto ad autorizzazione regionale: la normativa di riferimento, il D.Lgs. 153/2009,  prevede infatti che  “l’attivazione e l’effettuazione dei nuovi servizi di cui al presente decreto non può comportare, ai sensi dell’art.6 del d.lgs (153/2009), oneri aggiuntivi per la finanza pubblica, fermo restando che eventuali prestazioni al di fuori dei limiti di spesa indicati dagli accordi regionali sono a carico del cittadino che li ha richiesti”.

Nel proprio progetto di sperimentazione gestionale la Asl Bt non ha preso in considerazione l’eventualità di proporre un costo a carico del cittadino, poiché lo ritiene vessatorio. FederFarma ha preso atto della proposta avanzata dalla Asl Bt: la stessa sarà portata in sede di Consiglio per essere discussa.

Giovanni Gorgoni – a fronte di un potenziamento del servizio aziendale – ha proposto, in caso di risposta negativa o nelle more della risposta regionale, una ripresa della collaborazione con le farmacie del territorio sulla base di un piano orario predefinito.

Sono intanto allo studio della Direzione Strategica progetti di potenziamento del Cup aziendali e del numero verde per le prenotazioni e di nuove forme di collaborazione per aumentare i punti di prenotazione.

Restano attive le postazioni presenti nelle parafarmacie delle Ipercoop di Andria e di Barletta dove è possibile effettuare la prenotazione e la disdetta. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here