Andria, taglio del nastro per Biol 2014: 425 oli da 17 Paesi

0
210

Sullo sfondo della tradizionale mostra internazionale degli oli in concorso, una summa dell’olivicoltura mondiale allestita all’Oratorio dei Salesiani, la cerimonia è stata aperta dai saluti del presidente della Provincia Bat Francesco Ventola, di Mariateresa D’Arcangelo della Regione Puglia, dell’assessore comunale allo Sviluppo economico Benedetto Miscioscia e del direttore del Gal Le Città di Castel del Monte Paolo De Leonardis, uniti nel plauso per il taglio della manifestazione e i suoi numeri, evidenziati dal coordinatore Biol Nino Paparella, che ha presentato l’evento e la Giuria internazionale.

I 27 esperti (tutti assaggiatori, e molti di fatto anche importanti operatori e stakeholders, provenienti, oltre che da varie regioni italiane, anche da Cina, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Spagna, Tunisia, Usa), hanno cominciato a valutare i finalisti tra i 425 oli provenienti da 17 Paesi (record di iscrizioni): Albania, Arabia Saudita, Argentina, Cile, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Israele, Libano, Portogallo, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia, Usa, e naturalmente Italia.

In parallelo, avviato anche “Un voto al tuo olio”, con analisi gratuita dell’olio d’oliva domestico che i cittadini possono portare da casa all’annesso Infopoint. Nel pomeriggio, partite le “Biol Officine” con un incontro pubblico sulla birra bio, laboratori di videoarte, BiolBar e concerto serale dei Testa in Tasca (dettagli di tutti gli eventi su www.premiobiol.it).

Domani, giovedì 20, si prosegue all’Oratorio con la seconda sessione del panel e con “Un voto al tuo olio” (dalle 10 alle 17). Alle 17 al Chiostro San Francesco, spazio al convegno internazionale “L’extra Bio conquista il mondo: l’olio d’oliva biologico tra produzione e mercato”: un incontro pubblico per fare il punto sull’andamento del mercato in Italia e all’estero, in particolare in Usa, Cina e Giappone. Ad aprire i lavori, i saluti del segretario generale Unioncamere Puglia, Angela Partipilo; del dirigente Mipaaf Marco Sciarrini e dell’assessore allo Sviluppo economico della Città di Andria, Benedetto Miscioscia.

Dopo l’introduzione del presidente del Consorzio Puglia Natura, Luigi Triggiani, spazio agli interventi, moderati dal giornalista Vincenzo Rutigliano: Savino Santovito e Raffaele Silvestri, del Dipartimento di Scienze economiche dell’Università di Bari, presenteranno i risultati della ricerca dell’Osservatorio Biol sul marketing dell’olio biologico. A seguire, Pablo Voitzuk, consulente tecnico settore oleario negli Usa, parlerà dell’olio bio in Usa; quindi due manager di multinazionali asiatiche agrofood: il cinese Chen Xin Yu della Wilmar, interverrà sul consumo dell’olio di oliva nella cucina cinese, e il giapponese Toshihisa Suzuki, della Nisshin Oillio Ltd, sull’olio d’oliva nel mercato nipponico. A seguire, i primi verdetti Biol: il coordinatore del Biol, Paparella, proclamerà i vincitori pugliesi delle Gold e Silver Medal.

Dalle 18,30, alle Officine San Domenico, “Biol Officina”: incontro pubblico sull’olio bio con l’assaggiatore Alfredo Marasciulo del Panel Biol, l’esperto di mercato Fabio Triggiani e l’avvocato Luigi Brandonisio (cenni su norme ed etichette) e in parallelo il laboratorio di videoarte “Organico”; alle 21 BiolBar in collaborazione con la LILT, con vendita cibi bio per beneficenza e nutrizionisti a illustrare i vantaggi salutistici degli alimenti bio, a seguire concerto gratuito dei Julie’s Haircut.

Il Premio Biol è patrocinato da Provincia Bat, Ifoam, AgroBioMediterraneo, e si svolge in collaborazione con Associazione BiolItalia, Gal – Le Città di Castel del Monte, Consorzio Puglia Natura, Lilt e Axiom Group.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here