Bit Milano, Agenzia Puglia Imperiale rinuncia dopo 12 anni: «Alcuni comuni non credono nella rete per la promozione»

0
106

“Si ricorda che la BIT era il primo appuntamento facente parte del Piano di promozione turistica del 2014 proposto da questa Agenzia ai Comuni e alla Provincia BAT nelle consultazioni svolte con il CdP del 16 gennaio scorso. Attraverso il Piano promozionale annuale, l’Agenzia ha inteso fornire uno strumento tecnico per programmare con il necessario anticipo sia la partecipazione ad importanti fiere di settore, che la pianificazione di azioni di comunicazione sui media e la pubblicazione di materiale turistico riguardante l’intero territorio”, dichiara il presidente Marcovecchio.

“Inoltre, anche per venire incontro alle difficoltà finanziarie in cui versano tutti i Comuni, l’Agenzia quest’anno aveva ridimensionato le attività da realizzare alla BIT di Milano, riuscendo a ridurre il budget di un ulteriore 30% rispetto allo scorso anno (€ 7.000, contro i € 10.000 del 2013, budget a sua volta ridotto a metà rispetto al 2012).

Ora, al di là dell’aspetto meramente economico della questione (visto che la somma disponibile con l’adesione dei Comuni di Canosa, Corato, Margherita di S., Spinazzola e Trani sarebbe di soli € 2.500 euro su un previsionale di € 7.000), si intende qui richiamare l’attenzione di tutti i Comuni circa l’importanza che alcuni attribuiscono e altri evidentemente no, alle attività di rete per la promozione turistica nazionale ed internazionale del nostro territorio.

Non può sfuggire che l’attività del Piano di promozione turistica sia fondamentale per la piena valorizzazione della nostra offerta turistica e per aumentarne la sua attrattività verso i potenziali turisti, migliorando la percezione dell’intero territorio, che nel quadro dell’offerta pugliese sta assumendo una sua connotazione precisa (vedi immagine promozionale della Regione Puglia, in allegato) grazie al lavoro svolto nel corso di questi anni dall’Agenzia Puglia Imperiale Turismo.

Ce lo chiedono oggi anche i numerosi operatori locali del settore, che auspicano politiche unitarie di promozione più incisive e stabili nel tempo, in grado di sostenere i loro sforzi di investimento. È innegabile, inoltre, che l’enorme offerta culturale, archeologica, artistica e paesaggistica della BAT, sarebbe stata ancora oggi fondamentalmente sconosciuta alla maggior parte del mercato turistico che oggi, pur abbagliato dall’offerta salentina, percepisce finalmente il nostro territorio come destinazione concreta.

Senza una programmazione ed una adeguata promozione unitaria, i pur notevoli investimenti sostenuti dalle nostre Amministrazioni locali per poter realizzare iniziative culturali, eventi e altre forme di animazione sul territorio, in questi anni difficili, restano per buona parte misconosciuti oltre i confini locali e quindi incapaci di innescare quell’auspicato effetto di volano economico per la nostra economia territoriale.

L’attività di promozione turistica, fondamentale per il nostro territorio, non può essere improvvisata né lasciata al caso o senza adeguate risorse, e va programmata con tempi e modalità adeguate: in questo senso l’impegno dell’Agenzia Puglia Imperiale Turismo in questi anni è stato profondo, riconosciuto a livello locale, nazionale e internazionale.

Ma oggi, evidentemente, ragioni localistiche superano una visione d’insieme, e soprattutto i suoi risultati.

Per tali motivi questa Agenzia non parteciperà suo malgrado a questa BIT 2014, dopo ben 12 anni ininterrotti, risultando “mutilata” di buona parte dei Comuni che hanno fatto parte della rete, oggi costretta in così grave ritardo rispetto ad una Fiera internazionale di tale importanza.

Ringraziamo ancora una volta i Comuni di Canosa di P., Corato, Margherita di Savoia, Spinazzola e Trani che hanno espresso la propria volontà a partecipare in modo unitario alla BIT di Milano e a sostenerne il relativo impegno economico, riconfermando la propria fiducia nel marchio turistico di Puglia Imperiale, con il quale oggi anche la Regione e Puglia Promozione identificano nel mondo dal punto di vista turistico il nostro territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here