Andria, il sindaco Giorgino conferma la Giunta: respinte le dimissioni

0
187

“Le conclusioni a cui si è giunti – ha affermato il Sindaco Giorgino – sono il frutto di un confronto articolato ed anche duro svoltosi all’interno della maggioranza politica che sostiene l’Amministrazione. Il tutto partendo dalla convinzione che non andava vanificato il lavoro ampio e collegiale che ha portato la nostra città, in questi quasi quattro anni di Amministrazione, a profondi e radicali positivi cambiamenti, in piena sintonia con le linee programmatiche del mio mandato. Facendo una sintesi di quanto compiuto è evidente che abbiamo di fronte agli occhi una città nettamente diversa rispetto a quella del 2010.

Rifacimento e riqualificazione Villa Comunale, Biblioteca Comunale in piazza Sant’Agostino, Officina San Domenico, Piazza Duomo, sottopasso pedonale via Bisceglie, Largo Grotte che a breve vedrà la presenza di uffici comunali e sede distaccata Polizia Municipale. Inoltre lavori in corso per l’ex Mattatoio che diverrà un centro culturale con annesso teatro, Palazzo Ducale, copertura pista pattinaggio, polivalente coperto San Valentino, centro aggregazione Fornaci. Ed ancora la risoluzione dell’annosa questione di Palazzo Ieva, bike sharing, area pedonale urbana di via Regina Margherita, Giunta in diretta on line, wifi libero e gratuito in numerose zone della città. Quindi non possiamo dimenticare i lavori che dopo decenni hanno interessato ed interesseranno ancora il quartiere San Valentino e l’avvio del primo stralcio funzionale area mercatale e riqualificazione via Bisceglie in attesa che Ferrotramviaria cantierizzi i lavori dell’interramento ferroviario. Certamente ho dimenticato ed omesso altri piccoli e grandi traguardi, uno su tutti la valorizzazione del nostro stupendo centro storico che, oggi, pullula di locali e vede presenze anche da altre città vicine, consentendo ai nostri giovani di rimanere in città e creando un legame più forte con la nostra comunità, portando un vantaggio alla nostra economia cittadina.

Non possiamo dimenticare, ad ogni modo – ha proseguito il primo cittadino – l’obiettivo della raccolta differenziata che, con il modello porta a porta, altre realtà hanno seguito ed altre ancora, mi auguro, seguiranno. Nel 2014 avremo, grazie alle percentuali raggiunte, premialità economiche per i cittadini con l’abbattimento dell’ecotassa regionale.

La maggioranza consiliare, pur nella consapevolezza che alcuni consiglieri comunali erano propensi per altre soluzioni, ha, quindi, condiviso il prosieguo di questa esperienza amministrativa dando determinati indirizzi da attuare in quest’ultimo anno: implementazione di strumenti per vantaggi fiscali con premialità economiche sui tributi per i cittadini; definizione della variante tecnica al P.R.G.; completamento delle opere pubbliche già avviate e di interesse strategico per la città; sempre attenzione alla mobilità sostenibile ed all’innovazione tecnologica; prosecuzione di politiche miranti ad alleviare il disagio sociale.

Relativamente alle dimissioni del Presidente del Consiglio, Nino Marmo, il quale ha anch’egli condiviso il percorso deciso e la riconferma della Giunta, la maggioranza valuterà, nell’immediato futuro, quali decisioni assumere, fermo restando che a Nino Marmo è stato richiesto di tornare alla guida dell’assemblea comunale, avendo sempre dato sostegno all’azione amministrativa intrapresa.

Per quanto riguarda la vicenda giudiziaria occorsa – ha continuato Giorgino – l’Amministrazione Comunale, come sempre fatto, fornirà tutti gli elementi richiesti, essendo completamente a disposizione della Magistratura. Aggiungo che il Comune, tramite il Segretario Generale, si è rivolto alla Procura di Monza che, in merito all’azienda la quale gestisce il sevizio di raccolta dei rifiuti, ci ha riferito della nomina dell’Amministratore giudiziario il quale sarà nei prossimi giorni nella nostra città. Anche per quanto attiene al contratto in atto, attendiamo gli esiti delle indagini e le decisioni della magistratura, agendo sempre nella trasparenza e con l’obiettivo di preservare la comunità e i cittadini andriesi da qualsiasi rischio, nell’ambito dei percorsi previsti dalla legge.

Come ho sempre fatto – ha concluso il Sindaco Giorgino – ho dato, do e darò conto ai cittadini e accetterò il loro giudizio che è sempre sovrano”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here