Andria e Barletta, nasce “Futura” Centri Antiviolenza Provinciali. Ventola: «Grande momento di crescita per il territorio»

0
754

“ Futura è un’ iniziativa  nata dal basso, che al momento avrà una durata di due anni  ed è inserita nel  più ampio progetto provinciale di  “Provincia Amica” – ha esordito il presidente Ventola –   i due CAV (centri antiviolenza provinciale)  di Futura rappresentano sinergicamente un’ attività di sistema suddivisa in  due distretti socio sanitari comprendenti ognuno il  proprio bacino di utenza afferente l’intero territorio provinciale, avvalendosi allo stesso tempo dell’ausilio dei  servizi  sociali e delle forze dell’ordine. Il progetto è stato finanziato per un importo di  430mila euro di cui buona parte proveniente dalla Regione con la compartecipazione della Provincia e degli Ambiti territoriali. La nascita dei due Centri Antiviolenza provinciali rappresenta un grande momento di crescita ed arricchimento sociale e culturale del nostro territorio – ha proseguito il Presidente della Provincia  BAT –  Voglio sinceramente ringraziare il nostro ex Assessore alle Politiche Sociali Carmelinda Lombardi e l’ex Dirigente del Settore Lisa Pietropaolo, veri artefici di questa iniziativa.  I Centri  sono a disposizione del territorio, con l’auspicio che fenomeni di violenza nei confronti delle donne e dei minori, di cui purtroppo ogni giorno sentiamo parlare, possano essere efficacemente combattuti”.

Sensibile alla tematica attinente alla lotta contro la violenza sulle donne e sui minori,  si è mostrato anche il sindaco di Barletta,  Pasquale Cascella, il quale ha affermato:  “ Da oggi  il tema della violenza non è solo un progetto culturale e sociale ma finalmente comprende e rende partecipi anche le istituzioni. E’ un servizio importante quello offerto dalla Provincia, che si rivolge alle parti più deboli della comunità. Le istituzioni pubbliche, e quindi tutta la cittadinanza, si schierano con le donne che subiscono e reagiscono al più efferato atto di violenza contro la civiltà, la morale e la stessa dignità della persona”.

Il centro sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00 e 24 ore su 24 fornirà servizio telefonico al numero verde 1522 o al numero 0883310293. Si intende così garantire un servizio costante di ascolto e supporto alla cittadinanza e, soprattutto, alle donne vittime di violenza.

“L’Amministrazione sta investendo risorse ed energie per attuare politiche sociali capaci di fornire il giusto supporto a chi ne ha bisogno” ha affermato la vice sindaco Anna Rizzi Francabandiera.                      

“Sin dal 1999, quando siamo nate come centro, ci prendevano in giro per le finalità che ci accingevamo a perseguire – ha concluso Tina Arbues presidente dell’osservatoria Giulia e Rossella – oggi invece Futura rappresenta una scommessa e finalmente abbiamo avuto il giusto riconoscimento da parte delle istituzioni e  il prossimo 20 gennaio anche noi saremo in Regione affinché venga approvata la bozza di legge contro la violenza sulle donne.”

Dora Dibenedetto

[nggallery id=868]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here