Forum economico Italia-Russia, Boccia (Pd): «Rapporto strategico, investite anche sull’Ilva»

1
320

“Eccellente” ha giudicato Boccia, “per l’Italia e per l’intero comparto, l’investimento di Rosneft in Saras” e ha invitato le banche e le grandi imprese russe presenti al Forum a “valutare con attenzione un possibile investimento anche nella siderurgia italiana, in particolare nel caso Ilva”.  “L’Ilva –  ha continuato Boccia – è un’azienda che se avesse seguito le prescrizioni ambientali, così come indicate dalla legge, sarebbe tra le prime al mondo. Invece, è rimasta alle cronache per vicende ben diverse. È interesse di tutti noi non disperdere quel patrimonio industriale dando certezze alle comunità. È un’occasione per costruire tra i nostri due Paesi un’ ulteriore asse industriale. La Russia è un grande consumatore di acciaio e molte delle vostre aziende pubbliche e private, qui sarebbero le benvenute”.

“Sul mercato russo – ha fatto notare – il nostro Paese è danneggiato da due fattori in particolare: la totale assenza di imprese italiane nel settore della GDO e la contraffazione ad opera della Cina, per quanto riguarda i beni strumentali a basso contenuto tecnologico e i beni di consumo di fascia bassa. Nonostante questo però, la presenza italiana si sta sempre più rafforzando. Oltre agli investimenti di Eni, Enel e Finmeccanica, infatti, c’è da registrare il netto affermarsi del made in Italy nei settori ad alto contenuto tecnologico, in quello degli elettrodomestici (vedi il caso Indesit e Candy), nel settore bancario (Intesa e Unicredit) e agroalimentare (Parmalat, Perfetti, Ferrero, Cremonini e migliaia di piccole imprese che vendono prodotti alimentari di qualità medio alta).”

Boccia ha infine citato il caso di Bari, una città legata ormai a doppio filo proprio con la Russia. Dopo la donazione di Prodi a Putin, nel 2007, della storica”Chiesa Russa di Bari”, infatti, i rapporti tra Mosca e il capoluogo pugliese si sono moltiplicati. “Se riuscissimo a replicare l’esempio di Bari – ha concluso – potremmo diventare i primi al mondo per interscambio.”

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here