Canale Ciappetta Camaggio, vertice in Regione: tavolo tecnico da settembre. Pastore: «Si affronti il problema»

0
143

Il Presidente della Regione Nichi Vendola ha accolto la richiesta di un incontro urgente avanzatagli nei giorni scorsi dal Presidente della Provincia di Barletta – Andria – Trani Francesco Ventola e dai Sindaci di Barletta e Andria, Pasquale Cascella e Nicola Giorgino, convocando una riunione cui hanno partecipato il suo Capo di gabinetto, Davide Pellegrino, e l’Amministratore delegato dell’Acquedotto pugliese, Ninni Maselli, al termine della quale è stato istituito un tavolo tecnico già convocato per il prossimo 5 settembre.

«Con i Sindaci Cascella e Giorgino – ha dichiarato il Presidente Francesco Ventola – ho apprezzato molto la disponibilità del Presidente Nichi Vendola ed il taglio dato all’appuntamento con la decisione di costituire una task force presieduta dallo stesso Governatore pugliese. L’obiettivo sarà di affidare in capo alle amministrazioni locali la governance delle soluzioni gestionali che saranno definite. Con l’impegno della Regione, che non potrà non essere anche economico, sarà possibile affrontare le esigenze strutturali ed organizzative necessarie per superare ogni ostacolo».

«Non poteva che essere la risposta da tutti auspicata il risultato dell’incontro – gli hanno fatto eco i Sindaci di Barletta e Andria Pasquale Cascella e Nicola Giorgino -. Il superamento di problemi complessi ed atavici, come quelli del Ciappetta-Camaggio, non può che venire dal pieno coinvolgimento di tutti i soggetti interessati. L’impegno diretto del Presidente regionale ci conforta sulle decisioni e sugli atti che successivamente andremo a definire».

«Significativa e’ stata – a giudizio del Presidente Ventola e del Sindaco Cascella – anche la disponibilità del Presidente della Regione e dei tecnici presenti all’incontro ad allargare la ricognizione alla ricerca di soluzioni adeguate e delle relative disponibilità finanziarie anche alle problematiche della foce dell’Ofanto così da contrastare tutte le fonti di inquinamento del nostro mare».

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere regionale Franco Pastore, con la seguente nota: «Il governo regionale si è impegnato ad avere un ruolo determinante e insieme con gli altri consiglieri regionali di Barletta, Alfarano, Caracciolo e Mennea, e con il collega di Andria, Nicola Marmo, a settembre presenteremo in consiglio un ordine del giorno per la messa in sicurezza e la bonifica del canale Ciappetta Camaggio che, dalla Murgia, attraversa Andria e sfocia nel mare a Barletta sud.

Abbiamo ritirato l’emendamento che istituiva un capitolo di Bilancio, con uno stanziamento di 20 milioni di euro. Questo perché a settembre presenteremo un ordine del giorno, in fase di redazione del bilancio previsionale perché, finalmente, si abbia un approccio differente ed efficace nell’affrontare tale situazione, che crea pericolo dal punto di vista ambientale, della salute e idrogeologico al nostro territorio e che è di grande nocumento allo sviluppo turistico – balneare della città di Barletta.

Fino ad oggi abbiamo assistito a una dispersione di risorse distribuite fra più enti e istituzioni che sono servite solo a compiere, quando è stato possibile, interventi privi di logica, di coordinamento e che sono costati tanto e in vano.

Quello che serve, invece, è un intervento strutturale unico, in cui risorse e strumenti siano ottimizzati e finalizzati al risultato migliore, un intervento che coinvolga tutti i soggetti tirati in causa, fra cui anche Anas e ferrovie, ma che abbia una regia unica, rappresentata dall’ente regionale.

Si tratterà di una grande opera, di un progetto complesso, che richiederà forse tempo e denaro, ma che affronterà per la prima volta il problema nel modo più congruo e idoneo».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here