Barletta città europea della musica classica: con Pasquale Iannone audizioni del concorso pianistico “Gina Bachauer”

0
246

Il “Bachauer” è uno dei tre concorsi più importanti degli Stati Uniti d’America, ma è anche uno dei più importanti al mondo, ed è riservato ai pianisti fino ai 35 anni. Oltre che a Barletta, le selezioni si terranno anche nelle città di Amburgo, Mosca, New York, Hong Kong e Salt Lake City, città statunitense che è anche la sede della fase finale del concorso, in programma a giugno 2014, alla quale prederanno parte i migliori 36 candidati, e che vedrà lo stesso Iannone quale uno dei componenti della giuria, a conferma della grande considerazione di cui gode il pianista barlettano, non solo come interprete, ma anche come insegnante.

Le audizioni in programma nella Città della Disfida vedranno invece come giurati i massimi rappresentanti del “Bachauer”, ovvero Douglas Humphreys e Kary Billings, che sono rispettivamente il direttore artistico e il general manager del concorso statunitense. E poi Aldo Ciccolini, uno dei più grandi pianisti esistenti al mondo, che grazie a Pasquale Iannone sarà ancora una volta a Barletta.

 «La ragione per cui un evento così importante e prestigioso si terrà a Barletta sta nel fatto che io stesso sono uno dei vincitori del concorso, – spiega il Maestro Iannone –  e che uno dei miei allievi, Leonardo Colafelice, ha vinto invece il 1º premio nell’edizione 2012 del “Bachauer Young Artists International Competition”, concorso riservato ai giovani talenti. Nei giorni delle audizioni la nostra città diventerà uno snodo fondamentale per la carriera di tanti giovani pianisti. Avremo gente proveniente da tutto il mondo. Sarà una grande occasione – conclude Iannone – per far conoscere il patrimonio culturale e artistico di Barletta all’estero».

Ma prima dell’esperienza di giurato del concorso statunitense, l’artista barlettano terrà due importanti concerti, volando da una parte all’altra dell’emisfero. Il 31 agosto sarà in Giappone, a Toyota City, dove terrà un recital il cui programma verte sulle due facce della Vienna musicale del’800. Quella più profonda rappresentata da Schubert e Brahms, e quella più ludica con trascrizioni e parafrasi su Valzer e Polke di Johann Strauss.

Il 25 ed il 27 ottobre Iannone sarà invece in Messico, a Toluca, dove il programma prevede l’esecuzione con l’Orchestra Nazionale del Messico del Concerto per pianoforte e orchestra n.4 di X. Scharwenka, brano di grande caratura virtuosistica che il pianista barlettano ha presentato in prima assoluta in Italia a Milano, nella Sala Verdi, e durante il  Barletta Piano Festival 2012.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here