Amministrative Barletta, il nuovo sindaco è Pasquale Cascella: prime dichiarazioni

0
277

Umori opposti nei due comitati elettorali, entrambi in corso Vittorio Emanuele a pochi metri di distanza. Esultano i sostenitori di Cascella e della sua ampia coalizione, che va da Scelta Civica e Centro Democratico fino a Sinistra Unita, passando per il Partito Democratico e il movimento “La Buona Politica”. A Barletta anche l’on. Francesco Boccia per festeggiare la vittoria: “La sinistra vince in tutto il Paese quando dimostra di essere sinistra di governo. Pasquale Cascella ha obbligato il centrosinistra locale a fare autocritica e gli elettori hanno saputo separare gli errori dalle cose buone fatte. Mi auguro che tutti i sindaci del territorio di terra d’Ofanto sappiano lavorare compatti”.

Il neoeletto primo cittadino, Pasquale Cascella, è felice per il risultato e si propone di “ricompattare la città, nel suo tessuto sociale e urbano. Una città riunificata dal punto di vista urbano, in quanto abbiamo un territorio diviso dalla ferrovia, ma anche sociale e politico. Non nascondo la crisi interna al centrosinistra ma la gente ha premiato la nostra onestà e la volontà di rimetterci in gioco. Sono contento che  Alfarano abbia annunciato un’opposizione costruttiva. Il primo Consiglio comunale lo faremo al Castello, con la presenza dei cittadini”.

Intanto il Commissario Straordinario,   dott.ssa Anna Maria Manzone, comunica che la cerimonia di proclamazione del candidato Sindaco risultato vincente al ballottaggio avrà luogo mercoledì 12 giugno alle ore 16,30, presso la sala consiliare in corso Vittorio Emanuele.

L’avvocato Carmela Peschechera, la più suffragata dei consiglieri comunali con oltre 1000 voti, dichiara: “Sono felice per il mio risultato come donna, perché le donne possono dare un grande apporto alla vita politica. La doppia preferenza non è la soluzione migliore, però abbiamo colto l’opportunità per entrare nel mondo della politica. Pasquale Cascella è stato il candidato ideale, perché venendo da fuori vede i problemi della città con maggiore obiettività”.

[nggallery id=655]

Non riesce ad espugnare Palazzo di Città il centrodestra barlettano, neanche in una situazione di divisione del centrosinistra, sceso in campo con tre candidati sindaco. “Accetto il risultato elettorale e auguro al nuovo sindaco di lavorare al meglio per il bene della città- dichiara Giovanni Alfarano-. Abbiamo giocato la partita fino in fondo, ma anche stavolta gli elettori hanno deciso di dare di nuovo fiducia al centrosinistra, direi inspiegabilmente visto il fallimento del passato.  Cascella è comunque l’espressione di una minoranza dei barlettani, perché la gente si allontana dalla politica e dai partiti, nei quali non ha più fiducia. L’anomalia di Barletta è che alle politiche vince il centrodestra, alle amministrative sempre il centrosinistra. Bisognerebbe capire bene quali sono le dinamiche che spingono la gente a votare. Il centrodestra ha uomini brillanti e capaci ma c’è una disparità di forze in campo. Alcuni candidati avversari intercettano migliaia di voti nonostante l’improduttività del passato. Resterò in Consiglio comunale a denunciare i problemi della città, controlleremo l’operato della maggioranza. Dopo 17 anni il centrodestra è tornato al ballottaggio, questo è già un risultato per la nostra coalizione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here