Carne equina, nessun allarmismo: consumatori maturi, solito calo di vendite del 10-15%

0
153

“Nessun allarmismo, nessun calo delle vendite e nessuna preoccupazione anche se rimane il problema legato alle modalità di comunicazione utilizzate dai mass media per esporre un problema che in ogni caso non riguarda il consumo di carni equine fresche”, si legge nella nota.

Proprio per appurare ed accertare con dati di fatto ciò che accade realmente nel territorio l’indagine Unimpresa Bat – Associazione Macellai ha rilevato che il calo che si sta registrando in questi giorni e comunque da metà febbraio è esattamente in linea con i cali fisiologici che si registrano ogni anno nel periodo di Quaresima che sono valutabili dal 10% al 15% massimo.

“Consumatori, quindi, molto più attenti e vigili rispetto a smodate e futili campagne mediatiche di denigrazione piuttosto che di errata comunicazione che seppur ingenuamente ancorché strumentalmente potrebbero ingenerare confusione e fraintendimenti.

Per fortuna i consumatori dimostrano molta più maturità quindi non si lasciano influenzare e continuano a consumare prodotti certificati, di provenienza certa, controllati e prelibati, proprio come la carne equina che rimane uno dei prodotti alimentari di punta dell’apprezzato paniere dei prodotti freschi consumati in provincia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here