Scadenza prima rata Imu, a Canosa di Puglia due gazebo informativi del Comune

0
733

Tanti i dubbi dei cittadini sul calcolo dell’importo da versare, per cui l’amministrazione di Canosa di Puglia offrirà un servizio di consulenza gratuito con l’allestimento di due gazebo informativi: “L’Amministrazione comunale – ha dichiarato Nicoletta Lomuscio (in foto), assessore al Bilancio e ai Tributi -, con la preziosa e competente collaborazione del Servizio Tributi –Ufficio Imu, vuole essere vicino al cittadino contribuente, non solo attraverso la pubblicazione delle istruzioni tecniche per il pagamento della tassa, ma anche con un apporto diretto: saranno allestiti due gazebo informativi, uno in piazza Padre Antonio Maria Losito (zona Canosa Alta) e uno nella centralissima piazza Vittorio Veneto, che, grazie all’ausilio di giovani esperti del settore, provvederà gratuitamente ad informare i cittadini su tutte le problematiche inerenti l’imminente pagamento della nuova tassa sulla casa. L’Amministrazione La Salvia rivolge, inoltre, un cortese invito a tutti gli operatori del settore, dottori commercialisti, consulenti del lavoro, centri di assistenza fiscale, affinché, con la professionalità che da sempre li contraddistingue, vogliano sostenere l’Amministrazione in questo delicato momento”.

La nuova imposta avrà un periodo di applicazione sperimentale dall’1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2014. A partire dal primo gennaio 2015 l’imposta entrerà a regime con possibili modificazioni.

Il contribuente non riceverà alcuna informativa a casa. Il versamento dell’Imu dovrà essere effettuato autonomamente ed esclusivamente con il modello F24 (disponibile in Banca o in Posta ed  esente da commissioni), utilizzando i codici tributo appositamente istituiti e presenti nelle “linee guida per l’applicazione dell’Imu” redatto dal Servizio Tributi, pubblicato sul sito internet del Comune www.comune.canosa.bt.it.

L’acconto dell’Imu 2012 che va effettuato entro il 18 giugno prossimo, si calcola con le aliquote base previste dallo Stato:

− il 4 per mille per l’abitazione principale e le relative pertinenze (C/2-C/6-C/7), nella  misura massima di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali.

−  il 7,6  per mille  per tutti gli altri immobili  ed aree fabbricabili.

E’ prevista una detrazione per l’abitazione principale di euro 200,00 rapportabile al periodo dell’anno in cui l’immobile conserva i requisiti di abitazione principale, ed una ulteriore detrazione di euro 50,00 per ciascun figlio avente una età non superiore a 26 anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale.

E’ concessa, per l’abitazione principale e le relative pertinenze, la facoltà di versare l’imposta in tre rate: le prime due, pari al 33% ciascuna, da versare rispettivamente entro il 18 giugno e il 17 settembre, mentre la terza rata dovrà essere versata entro il 17 dicembre 2012. In alternativa, l’imposta può essere versata in due rate del 50%  entro il 18 giugno e 17 dicembre.

L’Imu per tutti gli altri immobili si verserà in due rate pari al 50%  entro il 18 giugno  e 17 dicembre;

Bisognerà prestare attenzione al versamento della rata a saldo, in quanto si dovranno prendere in considerazione le aliquote decise dal Governo  e dal Comune in base al gettito effettivo ottenuto per proiezione dei versamenti della prima rata.

Allo Stato è riservata una quota del 50% dell’imposta, determinata applicando l’aliquota del 7,6 per mille alla base imponibile di tutti gli immobili ad eccezione dell’abitazione principale e relative pertinenze. La quota riservata allo Stato è versata contestualmente alla quota spettante al Comune utilizzando i codici tributo rispettivamente istituiti.

Per informazioni e chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi a:

Ufficio Tributi: tel. 0883 610220 /fax 0883 661114 orario al pubblico: tutti i giorni lavorativi dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here