“Barletta Piano Festival 2012”, presentata l’edizione. Nota polemica verso l’Amministrazione: «Non ne comprende l’importanza»

0
437

Le due rassegne musicali proseguono infatti la loro collaborazione con la coproduzione di due concerti di straordinario livello artistico che vedranno l’esibizione di due pianisti di levatura internazionale come Brad  Mehldau e Hiromi Uehara.

A dimostrazione del fatto che “la qualità del Barletta Piano Festival cresce di anno in anno, poiché  nel tempo ha visto esibirsi alcuni trai più grandi pianisti del mondo”, ha sottolineato Francesco  Caporale. Inoltre “il festival darà ancora spazio a giovani talenti come il sedicenne Giorgio Trione Bartoli. Caratteristica che da sempre ci contraddistingue”. Infatti,  è notizia di qualche giorno fa  “la vittoria del Primo premio al Concorso Internazionale Gina Bachauer (Salt Lake City – USA) di Leonardo Colafelice, che abbiamo ospitato al Barletta Piano Festival anni addietro, quando era appena tredicenne”.

Sempre nel corso della conferenza, il maestro Pasquale Iannone ha illustrato il programma di “grandissimo valore musicale” del Barletta Piano Festival 2012 , “reso possibile grazie alla presenza dell’Orchestra Filarmonica “Mihail Jora” di Bacau e del direttore Ovidiu Balan”,  mettendo in evidenza la presenza di “esecuzioni rarissime tra cui il Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 di X. Scharwenka ed il Concerto per pianoforte e orchestra n.2 di S. Prokofiev”.

“A supporto della validità dell’iniziativa – ha continuato il presidente dell’associazione Amici della Musica – c’è il riconoscimento ed il conseguente finanziamento ricevuto dalla Regione Puglia, riservato ai festival d’eccellenza della Regione”. A questo si aggiunga “il riconoscimento avuto dalla Fazioli – azienda italiana che è anche la più importante produttrice mondiale di pianoforti dopo la Steinway – che ha dato notizia del nostro festival  sul suo sito istituzionale, mettendolo assieme e prima di un evento come Umbria Jazz”.

“Inoltre la rivista ufficiale dell’Anci ha pubblicato l’intervista al pianista Alessandro Annunziata, nel quale si legge esplicitamente che in Italia resistono esperienze di alto profilo come quella di Barletta. Un riconoscimento molto positivo per quello che facciamo”, ha sottolineato Caporale.

Subito dopo è intervenuto Michelangelo Decorato, direttore artistico del Barletta Jazz  Festival, il quale ha rimarcato il valore dei concerti di Mehldau e Hiromi poiché  “il primo, nonostante i suoi 41 anni, è già entrato nella storia del Jazz, trattandosi di un musicista carismatico e dotato di talento straordinario. Mentre Hiromi è una pianista pirotecnica, con un modo di suonare capace di conquistare qualunque pubblico”.

Una nota polemica circa il rapporto con le istituzioni locali: “Ma le cose potrebbero andare ancora meglio – ha continua Decorato – se riuscissimo a lavorare in sinergia con l’amministrazione comunale. I nostri festival diventerebbero sempre più importanti. Ma purtroppo, ogni anno, registriamo sempre più ostruzionismi politici a fronte di una crescita continua del valore degli eventi da noi organizzati”.

Un discorso che riguarda anche il Barletta Piano Festival. “Concordo in pieno – ha detto Francesco  Caporale – infatti sto valutando l’ipotesi di dimettermi dal ruolo di presidente dell’Associazione Amici della Musica perché, forse, non sono stato in grado far comprendere alla nostra Amministrazione l’importanza del nostro festival”.

“Il valore artistico e la risonanza dell’evento sono in continua crescita. Il sito ufficiale, in soli 15 giorni, ha riscosso 4 mila visite provenienti da tutto il mondo. Ogni anno il festival ha portato in città un numero crescente di appassionati e quindi di turisti. Invece l’interesse del Comune nei nostri confronti continua a diminuire. Oltre al plauso delle autorità, una volta salite sul palco, se si vuol davvero sostenere e rilanciare la cultura ed il turismo ad essa collegata – ha concluso Caporale, – alle parole bisogna far seguire i fatti. In tutti questi anni il nostro è stato un impegno senza scopo di lucro, al massimo ci abbiamo rimesso, e questo pur di continuare a portare avanti un’idea che fa bene a tutta la città. Su tutto questo, al termine del festival, terremo una conferenza stampa per fare il punto della situazione”.

IL PROGRAMMA COMPLETO:

  – 13 luglio Arena del castello (Teatro Curci in caso di pioggia)

Brad Mehldau in Trio – in coproduzione col Barletta Jazz Festival

24 luglio  Sala Rossa del Castello Svevo

Presentazione del libro “Cannoni e Fiori”  – edito da Florestano Edizioni – autobiografia

del pianista ungherese Gyorgy; evento in collaborazione con l’Associazione Culturale

Liberincipit ; interverranno il giornalista di Radio Classica, Gabriele Formenti, e l’esperto

musicale Cataldo Lotito, che ha curato la traduzione del libro.

25 luglio Arena del Castello Svevo ( Cattedrale di S. Maria Maggiore in caso di pioggia)

C. Saint-Saens – Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 –   Viviana Lasaracina

X. Scharwenka – Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 –    Pasquale Iannone

26 luglio Arena del Castello Svevo ( Cattedrale di S. Maria Maggiore in caso di pioggia)

S. Prokofiev – Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 –   Giorgio Trione Bartoli

S. Rachmaninov – Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 –   Gerard Gasparian

27 luglio Arena del Castello Svevo ( Cattedrale di S. Maria Maggiore in caso di pioggia)

W.A. Mozart – Concerto per pianoforte e orchestra K 488 –   Fernando Rossano

M. Ravel  –      Concerto in Sol per pianoforte e orchestra –    Paola Bruni

 

28 luglio Arena del Castello Svevo ( Teatro Curci in caso di pioggia)

“Allegro…Con Brio!” – La Festa del pianoforte – 22 pianisti suonano un repertorio per 1,2, 4

pianoforti a 4,6 8, 16 e 32 mani

29 luglio Arena del Castello Svevo ( Teatro Curci in caso di pioggia)

Hiromi Uehara – piano solo – in coproduzione col Barletta Jazz Festival

 

COSTO BIGLIETTI E ABBONAMENTO:

Abbonamento valido per le serate dal 25 al 29 luglio – euro 60,00

Biglietto per il concerto di Mehldau del 13 luglio – 25,00 euro  (fuori abbonamento)
Biglietto per le serate dal 25 al 27 luglio – euro 15,00
Biglietto per la serata del 28 luglio – euro 10,00
Biglietto per il concerto di “Hiromi” del 29 luglio – euro 25,00
Per informazioni:  Book Shop del Castello   0883 – 532569        oppure 347 6194215 – 0883 533420

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here