Barletta, “Concerto per la Vita” al Curci: grande partecipazione di pubblico all’evento benefico. Foto e video

0
587

L’evento di beneficenza, privo di un costo fisso di partecipazione,  ha affidato alla generosità della gente, che ha partecipato numerosa, la libertà di un contributo volontario per l’ingresso. L’intero incasso della serata, sarà devoluto alle persone la cui vita è stata sconvolta dalla tragedia avvenuta otto mesi fa.

La serata dal titolo “Concerto per la Vita… musica e arte”, patrocinata dalla Regione Puglia, dalla provincia di Barletta-Andria-Trani e dal Comune di Barletta, è stata presentata da Enzo Ormas, che volta per volta ha introdotto coloro che si sono esibiti. Prima ancora che artisti, uomini, donne, barlettani e non, che quel triste giorno, insieme al resto del Paese, hanno assistito al crollo di un palazzo, della dignità e per cinque estenuanti volte, alla speranza di salvare cinque vite innocenti.

Enzo Ormas dopo aver salutato e ringraziato i presenti ha presentato Raffaele Rizzi, presidente dell’Associazione “Verità e Giustizia”, nata all’indomani del crollo con l’obiettivo di sensibilizzare istituzioni e cittadini, per non dimenticare una tragedia di simili proporzioni.

Rizzi ha ringraziato “tutti coloro che hanno messo a disposizione il proprio tempo e le proprie energie per dar vita a un questo progetto” e ha rinnovato la speranza che tragedie come quella del 3 ottobre scorso non accadano più. Ad aprire l’evento la dott.ssa Nietta Borgia Languino e la prof.ssa Carmela Dimastromatteo Picardi che, senza nessuna esitazione, hanno accettato l’invito a partecipare “per poter testimoniare – come sottolinea la professoressa Picardi – il senso di appartenenza alla città e magari portare la voce di coloro che avrebbero voluto, ma magari non possono”. La professoressa Picardi ha scelto il vernacolo perchè, spiega  “in queste occasioni, dove tutta la cittadinaza è coinvolta, può risultare  uno strumento per esprimere tante voci”.

Le due voci femminili, emozionate e partecipi, hanno letto alcuni brani ai presenti. La dott.ssa Languino, sue riflessioni sul quanto avvenuto quel giorno, da lei vissuto “in maniera commossa e pieno di speranza, fino all’ultimo secondo, dietro delle transenne”, e la prof.ssa Picardi una sua poesia composta all’indomani del crollo e che racconta quel giorno attraverso un sogno.

A seguire,  la presentazione della pittrice Antonietta Fioravante che ha donato all’Amministrazione comunale la sua opera “L’Attesa“, creata con tecnica a spatola e che riporta un’immagine di corpi allineati e privati della propria identità. L’artista ebbe l’ispirazione per l’opera durante la visione di un documentario sulla deportazione nazista e l’ingresso di un gruppo di donne in una camera a gas. In quell’immagine lo zoom strinse su quei corpi informi e privati di ogni segno distintivo.

A seguire l’esibizione in due tempi dell’avvocato Giuseppe Bufo che ha eseguito con  chitarra classica, tra gli altri, brani di Scarlatti, Bach, Mozart e Tarrega, e in prima assoluta “Ad sidera”, brano per chitarra classica del compositore Paolo Candido.

Proseguendo in musica, sono saliti sul palco il gruppo musicale Triginta, distintosi per aver composto il brano “Solleva questa pietra” dedicato alle vittime del dramma e il pianista barese ma di origini cinesi Li Ming Khiew che ha eseguito brani di Mozart e Rachmaninov.

L’iniziativa è terminata con la cerimonia di riconoscimento dell’impegno di quanti questi mesi hanno contribuito a tenere vigile la memoria delle vittime del crollo con iniziative mirate: il Comando provinciale dei Vigili del fuoco e i migliori componimenti poetici raccolti e selezionati nel concorso a tema cui hanno partecipato tutti gli alunni delle scuole secondarie di secondo grado di Barletta.

Nicoletta Diella

Foto e video della serata

[nggallery id=216]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here