Luoghi del Cuore FAI, il Ponte romano a Canosa: si vota fino al 30 novembre

0
205

Il Ponte Romano sul fiume Ofanto, segnalato al censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano – in collaborazione con Intesa Sanpaolo, si contende la leadership insieme ad altri posti incantevoli della bella Penisola spesso dimenticati, inaccessibili, abbandonati all’incuria che devono essere preservati e salvaguardati. Da più parti d’Italia, da Nord a Sud, canosini e pugliesi residenti anche dall’estero si stanno prodigando per racimolare voti on line o a raccogliere firme su supporto cartaceo prima della scadenza del termine fissato per il 30 novembre 2016. Tutti uniti con entusiasmo e passione per sostenere la campagna a favore del Ponte Romano sul fiume Ofanto, l’imponente struttura, edificata tra il I e il II secolo d.c., sul tracciato della via Traiana, che ha consentito per molti secoli il collegamento tra Canosa e la Daunia. Il primo posto nella classifica “I Luoghi del Cuore”, è un’opportunità da non perdere per veder realizzare un intervento concreto sulla base di specifici progetti d’azione, infatti ai primi tre in ordine d’arrivo, verranno destinati rispettivamente 50mila, 40mila e 30mila euro. Da non sottovalutare poi la visibilità ottenuta dai luoghi votati durante il censimento, che può portare, come avvenuto in passato, alla nascita di collaborazioni virtuose tra società civile ed istituzioni e trainare lo stanziamento di altri contributi. Inoltre, i luoghi che riceveranno almeno 1.500 voti potranno presentare una richiesta per un intervento da parte di FAI e Intesa Sanpaolo, secondo le linee guida che verranno diffuse nel 2017 dopo l’annuncio dei risultati e sulla base delle quali verranno selezionati i beneficiari di altri contributi economici fino a 30mila euro. Infine il luogo più segnalato sul web verrà premiato con la realizzazione di un video promozionale.

I volontari dell’Associazione Il Ponte Romano di Canosa di Puglia(BT), presieduta dal dottor Nunzio Leone comunicano che sono in atto due concorsi, uno fotografico e l’altro cine-teatrale dedicati al bene storico-culturale da preservare e salvaguardare. Il concorso fotografico intitolato “Io e il Ponte……in un Click” ha come tema la presentazione di scorci suggestivi e panorami, anche tramite selfie, inerenti il Vecchio Ponte Romano sul fiume Ofanto avente giurisdizione sui Comuni di Canosa di Puglia(BT), Cerignola(FG) e San Ferdinando di Puglia(BT). Il concorso è articolato in due sezioni: “Colore” e “Bianco/Nero” ed ogni concorrente potrà scegliere di partecipare ad una o ad entrambe. Possono essere inviate fino a 1 fotografia per sezione; in caso di partecipazione ad entrambe le sezioni, quindi, il partecipante potrà inoltrare fino a un massimo di due scatti (una a colori e una in b/n). Saranno premiati gli autori che realizzeranno le foto, con qualsiasi tecnica ed inviate all’indirizzo di posta elettronica:ponte.romano@libero.it

Il concorso cine-teatrale dal titolo: “Ci vendiamo il Ponte Romano?”, che si rifà ad una divertente imitazione della gag di Totò che vende la Fontana di Trevi, è in linea con la tendenza crescente dei giovani a “giocare” con il mondo reale filmando tutto in modo dilettevole. La riflessione è sul tentativo di superare la visione statica ed elitaria dell’archeologia e delle sue testimonianze ed affascinare il turista coinvolgendolo in un percorso didattico-ludico e culturale. Il concorso con tanti premi in palio anche in denaro è stato proposto anche nelle scuole per offrire un’altra occasione utile per continuare a raccogliere le sottoscrizioni per il FAI – Fondo Ambiente Italiano e votare l’Antico Ponte Romano sul fiume Ofanto a pochi km da Canosa di Puglia(BT). Il Ponte Romano sul fiume Ofanto, “frontiera di civiltà e monumento senza frontiere” è da preservare e salvaguardare, grazie all’interessamento di tutta la collettività per “I Luoghi del Cuore” da amare e riscoprire insieme.

Bartolo Carbone

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO