Margherita di Savoia, Comune chiede risoluzione in danno del contratto con Ecologica Pugliese

0
456

 Il provvedimento si è reso necessario all’indomani dell’interruzione del servizio pubblico da parte delle maestranze dell’azienda, avvenuto nella giornata di mercoledì 24 settembre, tale da creare una nuova emergenza rifiuti per le strade del paese. Si è trattato della classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, anche alla luce del sequestro del centro comunale di raccolta, tale da spingere l’Amministrazione comunale ad avviare tutte le procedure per la risoluzione in danno del contratto con Ecologica Pugliese.

“Di quanto accaduto abbiamo avvisato la Prefettura” fa sapere il sindaco, Paolo Marrano che già nella giornata di giovedì 25 settembre ha incontrato anche i rappresentanti sindacali dei lavoratori in carico ad Ecologica Pugliese, per aggiornarli della situazione e rassicurarli sul futuro delle maestranze. “Non ci sono pericoli di licenziamento” garantisce il primo cittadino. I lavoratori, infatti, saranno assorbiti, a tempo debito, nella organizzazione del servizio di raccolta rifiuti.

“Abbiamo già inoltrato un’istanza al Consorzio Sia ma anche ad altre municipalizzate – spiega Marrano – per cercare la soluzione che consenta un servizio di alta qualità, scongiurando la situazione di precarietà vissuta in occasione dell’estate appena trascorsa ”. Il sindaco torna, poi, su quanto accaduto mercoledì scorso: “C’è stata una interruzione di servizio pubblico nella raccolta rifiuti, ma questo è stato uno dei tanti disservizi che Margherita di Savoia ha dovuto subire”.

Altre rassicurazioni, il primo cittadino, le rivolge ai lavoratori attualmente in carico a Ecologica Pugliese: “Sappiamo che non hanno ricevuto lo stipendio di agosto, nonostante il Comune abbia versato regolarmente il canone di servizio a Ecologica nei tempi previsti. Se i lavoratori non dovessero essere pagati entro la prima decade di ottobre, con gli uffici preposti valuteremo la possibilità che sia il Comune, direttamente, a pagare le mensilità che gli spettano. Non sembrano mai finire – chiosa Marrano – le disavventure riconducibili alla cattiva gestione del passato. E’ sotto gli occhi di tutti quanto è già accaduto e quanto sta accadendo, dal disastro finanziario sino alla gestione del servizio di raccolta rifiuti. L’auspicio è che nell’immediato futuro si possa lavorare con maggiore serenità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here