Lavori canale Ciappetta Camaggio, Ventola alla Regione Puglia: «Speriamo sia la volta buona»

0
195

Nei mesi scorsi in più di un’occasione lo stesso Presidente Ventola aveva lamentato i ritardi della Regione Puglia nell’eseguire i lavori di manutenzione straordinaria e di sistemazione definitiva del Canale Ciappetta Camaggio.

Ritardi divenuti cronici sebbene, nel luglio dello scorso anno, la Regione, su sollecitazione del Presidente Ventola e dei Sindaci di Andria e Barletta (Nicola Giorgino e Pasquale Cascella), avesse rassicurato tutti sulla risoluzione dell’emergenza del Canale.

«A queste rassicurazioni, però, non è mai seguito nulla di concreto – ha spiegato il Presidente Ventola -. Durante i vari tavoli tecnici susseguitisi, erano stati quantificati in 7 milioni di euro i lavori di manutenzione straordinaria del Canale, da realizzarsi entro la stagione invernale. Lavori dei quali non si è avuta alcuna traccia e che il Governo regionale si era impegnato a finanziare attraverso una variazione di bilancio entro il 2013. Discorso analogo per i 70 milioni di euro per la sistemazione definitiva del Canale, che la Regione si era impegnata a prevedere nella programmazione dei fondi comunitari 2014-2020 ma che, evidentemente, non sono mai stati programmati».

La recente convocazione del Presidente della 5^ Commissione Filippo Caracciolo, dunque, sembrerebbe riaprire qualche spiraglio. «Ma – afferma il Presidente Ventola – occorre una forte pressione politica nei confronti dei vertici regionali affinchè siano mantenute le promesse fatte ormai un anno fa e si possa finalmente risolvere un’emergenza ormai divenuta assolutamente prioritaria per il nostro territorio».

Nel frattempo hanno avuto inizio i lavori, in questo caso a carico della Provincia, per la manutenzione dello stesso Canale Ciappetta Camaggio in un tratto di circa 1000 metri, in agro di Barletta, compreso tra la strada comunale Citogna e la linea ferroviaria della Ferrotramviaria, in corrispondenza del quale si sono spesso verificate esondazioni in coincidenza con eventi meteoritici di una certa entità.

«Lavori che rappresentano un palliativo rispetto a quelli complessivi di cui il Canale necessiterebbe e che solo la Regione, in quanto unico ente competente, potrebbe sostenere» ha concluso il Presidente Ventola.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here