“Il Frecciarossa Mennea parta da Barletta”: la proposta del consigliere regionale Mennea

0
294

I due prototipi (ne sono stati commissionati 50 esemplari) stanno da tempo percorrendo la rete ferroviaria italiana in AV ed hanno raggiunto, nelle prove, i 351 Km./h., per poi essere omologati dall’Ansf (Agenzia nazionale della sicurezza ferroviaria) ed immessi in esercizio. Questi gioielli di fattura italiana potranno circolare sulle linee in AV, quali Torino-Milano-Bologna-Firenze-Roma-Napoli-Salerno.

“E’ stato un grande riconoscimento – afferma Ruggiero Mennea, parente e soprattutto amico fraterno del Campione Olimpico – quello di intitolare l’ETR Frecciarossa 1000 a Pietro Mennea, motivo di orgoglio per Barletta, per la Puglia e per l’Italia. Un riconoscimento che continua a far volare, anche dopo la sua scomparsa, il nome di Pietro Mennea in tutto il mondo, un nome che è diventato sinonimo di velocità assoluta e forza della natura per tutti quelli che amano le grandi gesta atletiche. Sono contento di questo atto di ammirazione, da parte dall’ex amministratore delegato Moretti, nei confronti di un uomo e di un campione che ha dato tanto alla mia Città e ai colori della bandiera italiana”.

E’ stato annunciato che a giugno 2015 questo bellissimo elettrotreno che vanta il primato di essere il treno più veloce d’Europa andrà in esercizio e sarà immesso sulle linee ferrate per poi sfrecciare in tutto il continente. Da qui, la proposta di Ruggiero Mennea: “Sarò ancora più conteno, e con me i tantissimi barlettani e pugliesi che lo hanno amato, se il treno che porta il nome di Pietro Mennea partisse per la prima volta dalla stazione di Barletta. Quella stazione dalla quale Pietro ha preso tante volte il treno per andare ad allenarsi e a gareggiare fino a diventare l’uomo bianco più veloce del mondo prima e campione olimpico poi. Sono certo – continua Ruggiero Mennea – che a lui avrebbe fatto immenso piacere, continuare a dare lustro alla sua Città e ai suoi concittadini che lo hanno sempre osannato e citato soprattutto fuori dalle mura cittadine. Credo che questa richiesta possa essere accolta e fatta propria dal Sindaco di Barletta Pasquale Cascella, che per la straordinaria occasione potrebbe invitare il Presidente della Repubblica Napolitano e il Presidente del Consiglio Renzi. Un’iniziativa unica, qualora fosse realizzata, che renderebbe alla memoria di un grandissimo campione un merito storico e un riconoscimento indimenticabile. Sarebbe anche un segnale tangibile che il Governo nazionale, vuole realmente portare l’alta velocità anche in Puglia e nel Mezzogiorno d’Italia. Sono certo – conclude Ruggiero Mennea – che la marcata sensibilità del Sindaco, suo amico, saprà al meglio interpretare questo suggerimento e saprà cogliere questa occasione sia per onorare la memoria di Pietro e sia per continuare a dare lustro alla nostra gloriosa Città”.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here