Canosa di Puglia, con “Puliamo il Mondo” raccolto un quintale di rifiuti

0
195

“Nel corso di questa iniziativa, organizzata dal Comune di Canosa in collaborazione con l’associazione “Legambiente” e con il supporto logistico e operativo della stazione appaltante dei servizi di igiene urbana “Aro 2 Bat” – ha dichiarato Leonardo Piscitelli, assessore all’Ambiente – , sono stati raccolti circa un quintale di rifiuti, soprattutto nelle aiuole che circondano l’area del mercato settimanale”.

Nel corso della manifestazione – ha sottolineato Piscitelli – abbiamo illustrato le modalità di gestione della raccolta differenziata. È stato quindi lanciato un ulteriore messaggio alle famiglie affinché si prosegua nel selezionare i rifiuti destinati al “porta a porta”, che sta dando risultati positivi. Infatti Canosa anche quest’anno è stata premiata da Legambiente Puglia tra i “Comuni Ricicloni”, grazie alle alte percentuali raggiunte nella differenziazione dei rifiuti. La nostra città, anche quest’anno, ha superato la percentuale del 65% di differenziazione, prevista dalla legge, arrivando al 71,58%”.

“Puliamo il Mondo” è una manifestazione conosciuta a livello internazionale come “Clean Up the World”, e rappresenta una delle maggiori campagne di volontariato ambientale nel Mondo. Dal 1993, Legambiente ha il ruolo di comitato organizzatore in Italia di questa importante manifestazione. Con tale iniziativa vengono liberati dai rifiuti e dall’incuria i parchi, i giardini, le strade, le piazze, i fiumi e le spiagge delle città e dei paesi che aderiscono al programma.

L’obiettivo di “Puliamo il Mondo” – ha affermato il sindaco Ernesto La Salvia è certamente quello di dare un importante segnale alla cittadinanza, sull’educazione e sulla sensibilizzazione alle tematiche ecologiche ed ambientali. Quello di sabato scorso è stato un momento di aggregazione e sensibilizzazione, in cui i protagonisti assoluti erano i bambini. E’ fondamentale che, attraverso il gioco, i più piccoli comprendano l’importanza sia della raccolta che della differenziazione dei rifiuti. Bisogna puntare sui bambini e sulla loro capacità di influenzare le scelte dei propri genitori. Infatti, l’Amministrazione comunale ha deciso di aderire anche quest’anno al più grande evento internazionale di volontariato di Legambiente, per stimolare ancora una volta il senso civico nei ragazzi: educare – ha ribaditoil primo cittadino – è il nostro fine ultimo. E gli studenti, come sempre, hanno risposto con entusiasmo anche a questa iniziativa”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here