Centro Ricerche Bonomo riapre, Mennea (Pd): «Fiore all’occhiello della Puglia e in Italia»

0
178

Commenta così l’avvio di una nuova fase per l’ex Centro, oggi Fondazione Bonomo, il consigliere regionale del Pd Ruggiero Mennea, presente ieri in conferenza stampa  su delega dell’assessore Nardoni.

“Dopo un lungo periodo di declino, il CRB (ora Fondazione) può finalmente riprendere le sue attività ed ambire, grazie alle sue grandi professionalità, ad essere nuovamente il fiore all’occhiello della Puglia e dell’Italia. A nome dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Fabrizio Nardoni, dal quale sono stato delegato per partecipare alla presentazione della ripresa delle attività del Centro, esprimo grande orgoglio per il risultato raggiunto, ribadendo il pieno sostegno della Regione Puglia al finanziamento di progetti di ricerca e innovazione- prosegue Mennea-. Ad oggi, attraverso la Misura 124 del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 della Regione Puglia, denominata “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale”, che prevede la concessione di un sostegno per la cooperazione tra le imprese del settore agricolo, alimentare, forestale e soggetti terzi, sono stati ritenuti validi ed ammessi a finanziamento ben quattro progetti che vedono coinvolto come Ente di ricerca la Fondazione Bonomo.

I progetti di cooperazione ammessi a finanziamento interessano le filiere ortofrutticola, ortoflorofrutticola e cerealicola e riguardano tematiche come l’ottimizzazione degli standard qualitativi dell’uva da tavola, il recupero di redditività e competitività della filiera florovivaistica pugliese, le innovazioni biotecniche per la produzione eco-sostenibile del pomodoro da industria nonché la promozione della qualità tecnologica e salutistica del frumento duro per il miglioramento della competitività aziendale in un ottica di filiera. Rivolgo, dunque, l’appello alle aziende agricole e alle aziende agroalimentari, sempre più discriminate in termini di qualità e innovazione, a partecipare intensamente alle attività della Fondazione Bonomo. Solo creando questa sinergia si può ottimizzare il risultato della ricerca grazie all’attuale governance di alto livello scientifico e di elevata qualità. L’impegno della Regione a sostenere la Fondazione Bonomo continuerà anche con il prossimo PSR nella speranza che vengano recuperate anche le professionalità escluse dalla prima fase di avvio.

Un ringraziamento va a tutti coloro che in questi mesi si sono prodigati per tagliare questo traguardo e che hanno permesso il raggiungimento di un risultato che è frutto di un sano gioco di squadra”, conclude il consigliere regionale.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here