Bisceglie inaugura il Waterfront, Spina: «Un porto nuovo, un evento storico»

0
625

Un’ inaugurazione in grande stile (in cui è intervenuta anche la RAI, per trasmettere Sanremo Music Awards 2014) per un’opera che è costata oltre 4 milioni di euro ma che, come ha sottolineato il Sindaco Francesco Spina “non ha intaccato di un centesimo le tasche dei cittadini Biscegliesi. Si tratta di una tra le opere forse più importanti nei miei 8 anni da Sindaco- ha detto il primo cittadino durante il discorso di inaugurazione – tante le opere pubbliche ad oggi ma questa è un’opera straordinaria e straordinariamente seria nel rispettare i tempi di consegna previsti per l’attuazione. Un’ opera – ha sottolineato il Sindaco Spina- che riguarda la storia della nostra comunità, una comunità non solo dei biscegliesi ma anche di coloro che vivono fuori e che sono legati a questa città, una comunità fatta anche delle future generazioni a cui dobbiamo lasciare qualcosa di meglio. Stiamo cambiando il biglietto da visita di Bisceglie.”

Il Sindaco Spina poi, insieme a Vincenzo Valente assessore ai lavori pubblici, a Carmelo Foca assessore al Bilancio, al Vicesindaco e assessore all’urbanistica Vittorio Fata, a Paolo Ruggeri assessore alla manutenzione e Vittoria Sasso assessore alla pubblica istruzione, ha evidenziato come” i 4 milioni di euro, rientrano nei 240 milioni di opere pubbliche captati in questi anni che ricadano su finanziamenti europei e regionali, che consentono alla città di Bisceglie di avere una pressione pro capite tra le più basse della Puglia e quasi sicuramente della Bat”.

Dunque il nuovo porto di Bisceglie diviene il fiore all’occhiello di una città che cerca di uscire dalla crisi pensando ai cittadini. I principali interventi hanno riguardato la riqualificazione della passeggiata su via Nazario Sauro, la riqualificazione del tratto di mura tra il Torrione S. Angelo e il Bastione S. Martino e la riqualificazione dei percorsi pedonali di Largo Porta Mare e via Pendio Campanile, riscoprendo dalle erbacce e dai rifiuti lo splendore dei bastioni e delle mura aragonesi, valorizzate dalla nuova pavimentazione con basole in pietra al posto dell’asfalto.

Oltre alla riqualificazione estetica e conservativa, nell’ area portuale sono stati realizzati nuovi impianti e servizi sulle reti elettriche e fognarie. Non mancano però le prime critiche: la gente ha notato come purtroppo, anche se l’opera di riqualificazione sembra finita, mancano ancora pali della luce, dissuasori sulle piste ciclabili, divisori tra strada e marciapiede e non meno importanti per evitare sporcizia dei bidoni per la spazzatura e posa ceneri… che l’amministrazione prenda questo come spunto per attivarsi quanto prima e colmare queste imperfezioni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here