Bisceglie Comune sprinter nella Bat: già approvata manovra di riequilibrio bilancio

0
187

Con tale manovra sono stati stanziati 2 milioni di euro per le manutenzioni straordinarie, l’arredo urbano ed il verde della città.Inoltre sono stati azzerati completamente i debiti fuori bilancio relativi al pagamento delle sentenze, di espropri ed interventi straordinari effettuati negli anni precedenti.
Anticipando di due mesi il riequilibrio, si garantisce solidità e stabilità al Comune di Bisceglie per i prossimi anni.

“Questa è l’estate più ricca di eventi di qualità degli ultimi dieci anni – ha sottolineato il Sindaco Spina -. Ma è anche l’estate della solidarietà con il secondo turno delle social card per 1200 persone e 70 lavoratori socialmente utili che puliranno le spiagge e l’intera città nel mese di agosto”.
“Con l’inaugurazione del porto turistico nel mese di agosto si definirà il programma di sviluppo di una città che detiene certamente una delle leadership in termini di programmazione, trasparenza e concretezza dell’azione amministrativa in Puglia”, ha spiegato il Sindaco.

“Sono stato costretto da una legge nazionale votata da tutte le forze politiche presenti in Parlamento (Forza Italia, Pd, Scelta Civica) ad istituire la TASI che non è altro che IMU camuffata sulla prima casa – ha evidenziato Spina –. Nonostante gli ulteriori tagli dei trasferimenti dello Stato in favore
dei Comuni, la squadra politica e burocratica che governa la città è riuscita ad alleggerire la manovra in favore delle fasce sociali più deboli”.

Questi in sintesi i provvedimenti dell’amministrazione comunale sulle materie succitate in favore dei cittadini:
1) 150 euro di detrazione fissa e 50 euro di esenzione per ogni figlio a carico consentiranno a quasi tutte le famiglie biscegliesi di non pagare sostanzialmente la TASI sulla prima casa.
2) Gli inquilini delle proprietà private e delle proprietà pubbliche (case popolari) non pagheranno la TASI, così come richiesto dal Sindacato degli Inquilini (SUNIA).
3) La tassa sull’immondizia TARI viene sostanzialmente confermata grazie al raggiungimento degli obiettivi di legge in materia di raccolta differenziata (29% a Bisceglie) che ha consentito di risparmiare circa 300 mila euro per le casse comunali.

Mentre in altri Comuni devono ancora essere approvati i bilanci di previsione, Bisceglie continua a gestire il rigoroso bilancio sperimentale, anticipando al mese di luglio, addirittura, la manovra che assesta in modo certo e sicuro il bilancio 2014, coniugando così in modo straordinario sviluppo e solidarietà”, ha concluso il Sindaco di Bisceglie, Francesco Spina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here