Bisceglie, 80 profughi da Taranto. Spina (FI): «La cittadinanza non deve correre rischi»

0
223

«L’aiuto a chi chiede assistenza, ai profughi e ai disperati in fuga dall’indigenza e da regimi politici poco democratici, non va negato: non possiamo voltare le spalle a chi si spinge a tal punto da affrontare i rischi di un viaggio lungo con il pericoloso spettro di una morte in mare- commenta  Tonia Spina- Ciò nondimeno, mi corre l’obbligo di portare una riflessione su due questioni fondamentali relative a ordine pubblico e sicurezza sociale: per prima cosa è d’obbligo preoccuparsi della salute dei cittadini biscegliesi ospitanti e, in secondo luogo, sulle modalità con le quali questi immigrati vengono accolti.

«Non possono essere “scaricati” presso le strutture ospitanti senza aver prima valutato i loro bisogni sanitari ed adottate le opportune cure, i cittadini – prosegue Tonia Spina – devono essere rassicurati, e, pur restando fondamentale il dovere dell’accoglienza, dobbiamo offrire agli immigrati strutture e spazi dignitosi dove poter dormire, queste le garanzie che un paese democratico e civile dovrebbe offrire.

«In vista dell’arrivo di un altro gruppo di immigrati proprio nella nostra città, chiedo al Sindaco di attivare in città una task force che si occupi del problema e garantisca i cittadini nel rispetto della grande azione umanitaria che si sta facendo.

«Colgo l’occasione – conclude il consigliere azzurro – per ricordare al sindaco Spina che la Festa patronale è alle porte e la città dovrà accogliere, come di consueto, numerosi ambulanti in città, spesso immigrati anch’essi, che in passato hanno stazionato e usufruito di spazi comuni come la nostra bellissima piazza e i marciapiedi adiacenti come bagno e cucina, mentre cartoni raccattati qua e là hanno rappresentato i loro letti. Facciamo in modo che questo non si ripeta! Non è certo uno spettacolo decoroso per una città che vanta una propensione al turismo come la nostra».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here