Ad Andria “La Provincia Bat si racconta”, Ventola: “Il territorio protagonista”

0
403

Ad affiancarlo le numerose figure istituzionali andriesi che hanno collaborato in questi anni nel guidare il nuovo ente, dal Sindaco Nicola Giorgino, già Vicepresidente, agli Assessori Domenico Campana e Sabino Troia, passando per i Consiglieri provinciali andriesi Marcello Fisfola, Egidio Fasanella, Saverio Fucci, Leonardo Lonigro, Michele Zinni e Giuseppina Marmo.

«E’ stata un’esperienza esaltante dalla quale la Città di Andria esce decisamente arricchita – ha affermato il Presidente della Provincia Francesco Ventola -. Basti pensare alle condizioni in cui versavano le nostre strade e le nostre scuole. Grazie alla Provincia, sono finalmente partiti i lavori di ammodernamento e allargamento della “Trani-Andria” (per oltre 21 milioni di euro), attesi da decenni, a breve firmeremo il contratto per l’ammodernamento dell’ “Andria-Bisceglie” (3milioni e 400mila euro) ed aggiudicheremo i lavori di allargamento del primo lotto dell’ “Andria-Canosa” (10milioni e 500mila euro), mentre sono in corso anche quelli per la sistemazione della “Montaltino” (300mila euro) ed abbiamo approvato il progetto definitivo per il recupero del ponte sulla Strada “Martinelli” e “di scavalco” sulla Sp2 “Andriese-Coratina” (690mila euro)».

Tantissimi anche gli interventi in  materia di edilizia scolastica: all’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I”, dove è partito, grazie alla Provincia, il percorso di statalizzazione ed è stata ubicata la sede legale della Provincia, è in fase di redazione il bando di gara per lavori di rinforzo strutturale, rifacimento degli impianti e delle aree esterne (1 milione di euro). Cominciati, anche in questo caso dopo una lunga attesa, i lavori di ampliamento del Liceo Scientifico “Nuzzi” (4 milioni e 200mila euro); lavori in corso, poi, per la realizzazione di 10 aule e laboratori al piano terra  nella sede succursale dell’ “Archimede-Colasanto”; all’Istituto “Lotti” eseguita la manutenzione straordinaria per la riduzione del rischio di vulnerabilità (100mila euro) e la manutenzione straordinaria dei prospetti (125mila euro); allo “Jannuzzi” già completata la ristrutturazione di palestra e laboratorio (200mila euro), mentre sarà bandita a breve la gara per il recupero ed il risanamento conservativo (750mila euro); anche all’Ites “Carafa”, infine, già eseguiti i lavori di rifacimento dei servizi igienici ed efficientamento energetico (125mila euro).

«In materia di formazione professionale, ben 7 milioni di euro sono ricaduti per la sola Città di Andria – ha proseguito il Presidente Ventola -. Proprio in queste ore, grazie alla nascita della Fondazione “Bonomo”, abbiamo riaperto l’ex Centro Ricerche Bonomo, riassunto i primi dipendenti e siamo pronti a rilanciare una struttura per anni chiusa. Abbiamo sostenuto, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Ambientiamoci”, il progetto “Senza Sbarre”, l’opera caritatevole voluta da don Riccardo Agresti, Parroco di Santa Maria Addolorata della Croce di Andria».

Anche il percorso di promozione del territorio ha avuto in Andria un’assoluta protagonista: l’attore andriese Riccardo Scamarcio è stato testimonial della Provincia alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, mentre grazie all’impegno dell’ente provinciale, con il coinvolgimento del Comune e dei rappresentanti di categoria, la Burrata di Andria potrà finalmente incassare il riconoscimento del marchio di Indicazione Geografica Protetta (dopo il parere della Regione Puglia, si attende il passaggio ministeriale).

«Con orgoglio ricordo che tutti gli studenti andriesi diversamente abili che frequentano le scuole superiori (quelle di nostra competenza) hanno usufruito del servizio di educazione specialistica con educatori professionali e del trasporto casa-scuola – ha aggiunto il Presidente Ventola -. Inoltre, abbiamo consegnato a ben 209 famiglie andriesi meno abbienti la Carta Amica, del valore di 150 euro al mese per sei mesi, per l’acquisto di beni di prima necessità. In Via Don Luigi Sturzo abbiamo istituito il Centro Antiviolenza, un servizio per promuovere una cultura di genere non violenta accogliendo donne e minori vittime di violenza. Con le Borse Lavoro, ad 86 disoccupati o inoccupati di Andria abbiamo consentito di svolgere un periodo di tirocinio formativo di sei mesi in una delle aziende locali (per un compenso di 3mila euro a carico della Provincia), mentre 29 studenti di Andria, meritevoli, con difficoltà economiche ed iscritti a qualunque facoltà, abbiamo erogato una borsa di studio da 2500 euro. Ce l’abbiamo messa tutta – ha concluso il Presidente Ventola – e credo che la Città di Andria abbia sentito molto vicina una Provincia finalmente attenta ai bisogni dei cittadini».

Nel finale, poi, spazio alla simpatia del comico barese Alessio Giannone, in arte “Pinuccio”: la sua irruzione sul palco ha visto prima prendere simpaticamente di mira lo stesso Presidente Ventola per poi sfociare in una delle sue simpatiche telefonate, che ha inevitabilmente divertito un pubblico numeroso e soddisfatto.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here