Andria, frode dell’olio: i produttori locali rassicurano su qualità e bontà del prodotto

0
156

Queste le parole di Francesco Guglielmi, Presidente della Cooperativa e di Assoproli Bari, all’indomani della vicenda dell’olio spagnolo adulterato con le miscele di olio lampante e scarti di friggitoria, spacciato per olio extravergine di oliva biologico italiano e pugliese, che vede coinvolte due ditte di Andria nell’inchiesta della Procura della Repubblica di Trani. Un duro colpo sia all’immagine di uno dei prodotti di eccellenza del nostro territorio – l’olio extravergine di oliva – sia di tutta una città che si basa sulla valorizzazione e promozione dell’oro verde in Italia e nel mondo.

L’Oleificio Cooperativo della Riforma Fondiaria – realtà che da oltre cinquant’anni produce olio extravergine di olive appartenenti ai circa trecento soci della cooperativa, vuole confortare quanti hanno appreso dai media l’ennesimo illecito di chi opera senza valori e principi.

Azioni come quelle apprese in questi giorni dai media celano il grande lavoro di produttori seri e onesti, che lavorano la terra e i frutti da essa derivanti con amore e sacrificio; di quanti decidono di non conformarsi ai compromessi del mercato affinché qualità e bontà siano tutelate a favore della salute dei consumatori; di quanti – prosegue Francesco Guglielmi – applicano controlli ordinari su olive prima che esse subiscano il processo di molitura. Continueremo a lavorare con professionalità e lealtà, e porteremo avanti anche la nostra missione di formazione di sviluppo di una cultura dell’olio, affinché siano gli stessi consumatori ad effettuare una scelta consapevole”.

“Si invita la gente desiderosa di informazioni a raggiungere il punto vendita dell’Oleificio Cooperativo della Riforma Fondiaria, sito in via M. Galliano, Andria”, conclude la nota.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here