A Canosa di Puglia attivisti M5S incontrano l’Amministrazione sul tema rifiuti

0
177

“Nel corso dell’incontro sono stati trattati i vari aspetti e le criticità del servizio di raccolta dei rifiuti, partendo dalla nostra richiesta protocollata a gennaio e che vedeva ancora insoddisfatte ed incomplete alcune domande- si legge nella nota-. Alla prima di queste, inerente l’attività sanzionatoria da parte del Corpo dei Vigili Urbani di Canosa, ha risposto in maniera esaustiva, e che completerà con ulteriori particolari da noi richiesti, il Comandante, producendo una serie di dati sulla stessa attività degli ultimi due anni. In questo caso abbiamo fatto notare come il numero dei provvedimenti è decisamente esiguo, in relazione alla quantità di sversamenti illegali che avvengono sul nostro territorio. Il Comandante ci ha spiegato che il corpo dei Vigili Urbani è sott’organico e che l’attività sanzionatoria è in linea con la disponibilità di agenti, deputati al controllo di questo fenomeno.

L’altro quesito a cui non avevamo ricevuto risposta, riguardava l’azione di controllo e sanzionatoria da parte dell’ARO, nei confronti della ditta che svolge il servizio di raccolta rifiuti. In questo caso, abbiamo constatato che, l’Amministrazione Comunale aveva a suo tempo inoltrato richiesta, così come comunicatoci, ma l’ARO non ha mai provveduto a rispondere, ed entrando nel merito della questione, il responsabile ARO ci ha spiegato, che vi è una sorta di incomunicabilità verso la ditta esecutrice dei servizi e quindi risulta molto problematico, far rispettare quanto contrattualmente stabilito. Questo ha conferma di quanto sosteniamo da tempo, e cioè che aver creato, così come la legge prevede, questo organismo di controllo abbia di fatto, reso più complicato il controllo stesso. In merito alle sanzioni verso la Ditta, a breve verrà recapitato, all’Ufficio Ambiente l’elenco aggiornato delle stesse, il quale a stretto giro sarà sottoposto a noi.

Al responsabile ARO, è stata rivolta anche, la richiesta di conoscere quanto è stato speso ad oggi per il piano di comunicazione, previsto dal contratto, e come sia stato speso, ma anche in questo caso non abbiamo avuto risposta immediata, ma la promessa che attraverso l’Amministrazione Comunale, ci sarà risposto per iscritto in un tempo di circa 15 giorni. La discussione si è chiusa con l’intervento dell’Assessore Piscitelli che come predisposto nella comunicazione dell’incontro, ci ha illustrato quello che sarà il piano d’azione per fronteggiare nell’immediato l’emergenza rifiuti. Detto piano si articolerà nei seguenti punti come dettatoci dall’Assessore:

1) Predisposizione ed istallazione di telecamere per il controllo del territorio;

2) Istituzione di un tavolo tecnico permanente per l’ambiente, di fatto già istituito

3) Promozione ed informazione sul territorio, a mezzo auto con megafono in diverse ore della giornata, circa le modalità di smaltimento del rifiuto

4) Istituzione nelle piazze di totem informativi e manifesti nella città circa l’esatto modo di smaltire i rifiuti cercando di informare maggiormente i cittadini

5) Incontri presso le scuole per iniziare a formare educando i bambini al corretto uso e smaltimento del rifiuto

6) Utilizzo delle guardie Ambientali in aiuto alla Polizia Municipale per un maggior controllo del territorio

Inoltre l’Assessore ci ha dato un’idea della spesa da sostenere per la realizzazione del citato programma. A questo punto, vi è stata una richiesta da parte nostra, circa l’opportunità di far rientrare questa somma, nelle spese previste dal piano di comunicazione, così come scritto nel contratto e non sul bilancio del Comune. A chiusura dell’incontro, abbiamo annunciato che a breve, sarà resa pubblica, la nostra proposta di miglioramento del servizio,che va nella direzione del contenimento dei costi e del superamento, dell’attuale situazione di disagio, a cui sono sottoposti i cittadini. Va sottolineato in conclusione, il carattere dell’incontro, che si è svolto in un clima di collaborazione reciproca, così come auspicato in sede di richiesta dello stesso”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here