Margherita di Savoia, bonifica ex Saibi: Regione Puglia approva variante, ripresa dei lavori

0
379

La riunione si era resa necessaria per l’approvazione della perizia di variante, grazie alla quale, entro la prossima decade di giugno, si potranno riprendere gli interventi di messa in sicurezza e bonifica dell’area. Si provvederà all’abbattimento dei fabbricati e delle torri, mentre resterà al suo posto la ciminiera dello stabilimento, vera memoria storica per le generazioni future.

Come previsto dal progetto originario, finanziato interamente dalla regione Puglia, quando sarà completata la bonifica e messa in sicurezza, l’area dell’ex Saibi diventerà una zona verde all’ingresso del paese.

“Finalmente possiamo scrivere la parola fine per una vicenda che troppe preoccupazioni ha sollevato nella comunità margheritana. Abbiamo sbloccato una situazione di stallo – dichiara il sindaco – e di questo devo ringraziare in particolare l’ingegner Riccardo Miracapillo con l’ufficio tecnico che con solerzia, perseveranza e grande capacità professionale ha perseguito sin dal suo arrivo in questo Comune (pochi mesi) l’obiettivo che oggi è stato raggiunto”.

Un riconoscimento il sindaco lo rivolge anche a tutta l’Amministrazione comunale “che giorno dopo giorno si sta adoperando per il bene della collettività raggiungendo obiettivi importanti e, per certi versi, insperati. Quasi tutte le opere pubbliche – ricorda Marrano – che sino ad un anno fa erano completamente ferme, sono state riavviate senza distrarre fondi dal bilancio e portandoli, sono certo, ad una rapida conclusione”.

Oltre all’ex Saibi, sono già ripartiti i lavori per il progetto Halitè, per l’efficientamento energetico del Palazzo di Città, per il P.I.R.P. (lavori intorno al Palazzo di Città), viale Ofanto e per la struttura Fishermann nella zona del porto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here