Canosa di Puglia, rimborso Tares 2013 per 71 famiglie

0
145

Con deliberazione di Consiglio comunale n. 74 dell’11 novembre 2013, fu approvato il regolamento per l’applicazione del suddetto contributo comunale che, all’articolo 25 comma 3, prevedeva agevolazioni in favore di coloro che si trovassero in particolari condizioni di disagio economico e sociale, a condizione che potessero dimostrare di aver pagato l’intero importo Tares e di avere un reddito complessivo del nucleo familiare non superiore ad 8.000 euro, riferito all’anno precedente.

A seguito dell’istruttoria portata a termine dall’Ufficio delle Politiche Sociali, sono state dichiarate ammissibili alle agevolazioni tariffarie 71 richieste sulle 126 richieste pervenute, che saranno tempestivamente liquidate dall’Ufficio Tributi.

Sono particolarmente felice per questo obiettivo raggiunto – ha dichiarato Gianni Quinto assessore alle Politiche Sociali – perché “questo rimborso” è molto significativo anche dal un punto di vista simbolico: l’Amministrazione comunale, con il sindaco Ernesto La Salvia in testa, dimostra di essere sempre attenta ai ceti meno abbienti e quando è possibile si sforza di agevolare soprattutto chi ogni giorno fa più fatica di altri ad andare avanti”.

Data la autorizzazione di spesa, pari a 10mila euro, ed essendo pervenute un maggior numero di domande, per un importo pari a circa 14mila euro, il rimborso è stato rideterminato nell’ambito della somma disponibile, destinando l’erogazione, così, a tutti gli aventi diritto”, ha concluso l’assessore alla Programmazione economica, Laura Lupu.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here