Minervino Murge, disagi trasporti STP: la denuncia dei Comunisti Italiani

0
156

“Il nostro partito qualche settimana fa aveva denunciato le carenze del trasporto pubblico locale garantito dell’S.T.P s.p.a., società partecipata da enti locali tra cui la nostra provincia che detiene una partecipazione del 12%. Dagli organi di stampa apprendiamo, prima del de profundis delle provincia voluto dal governo Renzi,  che la nostra provincia ci accomiata con lo stanziamento di 50.000 euro da destinare al potenziamento delle corse estive che collegano Spinazzola e Minervino a Bari. La finalità sarebbe quella di mantener gli standard invernali. Un magro risultato, visto che proprio gli standard invernali erano l’oggetto della nostra denuncia sulle carenze del servizio e sono stati anche oggetto delle critica severa di singoli cittadini. Già oggi, le corse mattutine sono sovraccariche di utenti e, oltre alle corse “necessarie” per recarsi a scuola o al lavoro, non ve ne sono altre che permettano ai cittadini di Minervino e Spinazzola di raggiungere le città limitrofe. Questo costituisce un grave danno perché impedisce che i giovani e meno giovani possano cogliere opportunità sul piano lavorativo, scolastico e ludico e rappresenta una discriminazione nei confronti delle città minori, condannate a collegamenti pessimi ed improponibili.

Questo atto testamentario della nostra provincia è, pertanto, l’ennesimo buco nell’acqua in una vicenda, quella del trasporto pubblico, che da anni denunciamo e nessuno si dimostra capace di affrontare. Invece di autoincensarsi e scambiarsi ringraziamenti con assessori e consiglieri minervinesi, il presidente della Provincia avrebbe fatto bene, da un lato, a chiedere una riorganizzazione complessiva delle linee STP considerando la possibilità di spostare alcune linee dalle città maggiori in favore di quelle minori, dall’altro, a chiedere la sostituzione delle macchine fatiscenti con cui ancora si è costretti a viaggiare e la sanificazione costante delle vetture. Nulla di tutto ciò è avvenuto.

Difficile trovare una logica in tutto questo. Sarà, probabilmente, un tentativo di copiare il giovin Matteo Renzi e la sua mancia da 80 euro in vista delle elezioni europee.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here