Canosa di Puglia, inaugurato Sportello d’ascolto “Cecilia onlus”

0
250

Lo Sportello, che rientra nel progetto “Nontiscordardimé” che ha già sportelli avviati anche a Margherita di Savoia e San Ferdinando di Puglia, offre supporto e sostegno con un équipe multidisciplinare composta da avvocati, psicologici, educatori, medici, pedagogisti, sociologi, ecc. che saranno a disposizione degli utenti per accogliere, in un luogo protetto e riservato per la privacy, e si occuperanno nello specifico di assistenza e consulenza in materia di affido; assistenza al singolo, alla coppia ed alla famiglia; tutela del minore; attività di mediazione familiare; assistenza alle donne al fine di tutelarne i diritti; gruppi di aiuto.

Lo Sportello d’Ascolto di Canosa di Puglia sarà aperto ogni mercoledì dalle ore 10.00 alle 12.00 presso la Concattedrale Basilica S. Sabino e su appuntamento al 329.0817360/ 320.4179109. Lo Sportello garantisce assoluto ANONIMATO, GRATUITA’ E RISERVATEZZA.

Un’inaugurazione ove ci si è soffermati a riflettere su questioni importanti, delicate e complesse come l’affido familiare e le adozioni, e che trovano difficoltà a diffondersi nel nostro territorio anche a causa di pochi investimenti da parte dei piani sociali di zona. Un sostegno importante all’attività dell’associazione è venuto dalle istituzioni presenti che hanno espresso la propria volontà di collaborazione su tematiche così importanti.

Il Sindaco di Canosa di Puglia, dott. Ernesto La Salvia ha sottolineato come: Il tema dell’affido ed adozione è un argomento serissimo e complesso. Che coinvolge sentimenti delicati e che ha bisogno di personale tecnico. Fortunatamente c’è il nucleo del volontariato che si occupa di tematiche e questioni così importanti e delicate”. Ha anche espresso la massima collaborazione per questa nuova attività sul territorio di Canosa di Puglia.

Grande sostegno è venuto anche da parte del mondo ecclesiastico del territorio attraverso la collaborazione di Mons. Felice Bacco che ha messo a disposizione la stanza della Concattedrale Basilica S. Sabino che accoglie lo sportello d’ascolto: “Ritengo che sia un servizio assolutamente importante di cui la città ha bisogno. Problemi molto sentiti e che a volte nemmeno noi sappiamo dove indirizzarli”.

Anche a Canosa di Puglia non è mancato il supporto del consigliere regionale, Franco Pastore, sempre sensibile e presente alle iniziative dell’associazione: “ Aprire sportelli d’ascolto è fondamentale nei paesi dove la cultura del dialogo è ancora abbastanza chiusa. E’ questione di cultura . Cambiando il modo di approcciarsi alla società, abbiamo fatto qualcosa di buono per i nostri figli e nipoti”.

Presente all’inaugurazione anche l’assessore provinciale, avv. Giovanni Patruno, che ha seguito personalmente il mondo dell’affido ed adozione e che quindi conosce le difficoltà che spesso si affrontano : “Non si può che essere felici quando in un paese si aprono queste attività di supporto, soprattutto sapendo che l’associazione si sta ramificando ed estendendo anche a livello provinciale. Spesso ci troviamo ad affrontare tematiche che vanno a toccare la disgregazione familiare e spesso c’è mancanza di assistenza specializzata, ed è bello vedere oggi come molti professionisti che fanno parte di questa associazione si mettono a disposizione dei cittadini per un aiuto e supporto. La provincia si sta adoperando in queste tematiche come possiamo vedere nelle iniziative sulla violenza di genere”.

Un percorso, quello avviato dall’Associazione “Cecilia Onlus”, delicato e sicuramente difficile, ma che grazie alla collaborazione di tutti potrà essere rigoglioso e riconsegnare speranza a chi ne ha bisogno. Nella società attuale, globalizzata e frenetica, manca proprio qualcuno capace di ascoltare e che possa tendere una mano di aiuto. Ai cittadini diciamo: noi siamo presenti! siamo qui per voi!

 

Fonte: Comunicato stampa dell’Associazione “Cecilia Onlus”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here