Barletta, primo giorno di raccolta rifiuti “porta a porta” nel centro storico e a Patalini

0
143

Qualche problema c’è stato, com’è naturale, ma complessivamente il nuovo sistema di raccolta non ha colto alla sprovvista i cittadini. Hanno dato buoni frutti, quindi, le iniziative di partecipazione, con le cinque assemblee pubbliche organizzate dall’Amministrazione (tre delle quali a Patalini, le restanti due nel centro storico), gli incontri con gli amministratori condominiali, le rappresentanze degli operatori commerciali e le associazioni ambientaliste, i momenti informativi ai gazebo allestiti con il supporto del personale della Bar.S.A. in tre domeniche successive (4, 11 e 18 maggio) nel centro cittadino e in via Petrarca.

Nei giorni scorsi sono stati consegnati circa 12.000 kit per la raccolta differenziata comprensivi di sacchi colorati, secchielli e guide del servizio (modalità, giorni e orari di deposito dei diversi materiali), oltre a 950 bidoni carrellati di cui 650 per le utenze domestiche dei medio/grandi condomini.              

Sul piano strettamente operativo, sono già stati rimossi dalle strade 300 cassonetti.         Nelle operazioni di raccolta sono interessate cinque squadre (tre a Patalini e due nel centro storico) con un identico numero di mezzi (di cui uno pesante, adoperato, per ragioni logistiche, soltanto a Patalini).

Il primo bilancio dei dati relativi alla raccolta per le utenze non domestiche alimentari avviata lo scorso 7 aprile indica risultati incoraggianti: nell’ultimo periodo, dal 12 al 18 maggio, sono state raccolte 661 tonnellate di indifferenziato e 48 tonnellate di organico.  I dati, sempre disponibili e costantemente aggiornati nell’apposita sezione del sito istituzionale del Comune (http://www.comune.barletta.ba.it/retecivica/staff/index_umido.htm) inducono a fare sempre di più e meglio per il bene della città, non solo per poter cogliere l’obiettivo – imposto dalle norme regionali – della maggiorazione di almeno il 5% rispetto al 2013 della quantità di rifiuti da sottrarre alla discarica così da evitare la cosiddetta “ecotassa” che altrimenti comporterebbe nuovi oneri a carico degli utenti, ma soprattutto per una sempre più elevata  qualità dell’ambiente cittadino.

A tal fine, l’Amministrazione e la Bar.S.A. invitano i cittadini e i gestori degli esercizi commerciali a rispettare, sempre e scrupolosamente, le giornate e gli orari di conferimento consentiti, nonché tutte le disposizioni contenute nelle ordinanze sindacali emanate e nel materiale informativo distribuito. L’appello alla civile collaborazione e al senso di responsabilità s’accompagna alla intensificazione dei controlli per accertare, e, nel caso, applicare, le sanzioni amministrative per le violazioni della mancata differenziazione, della dispersione e dell’inosservanza degli orari di conferimento dei rifiuti.

Per ogni informazione, dal lunedì al sabato, dalle ore 8.00 alle 12.00, è a disposizione il numero verde della Bar.S.A. (800.330.433), oppure è possibile indirizzare una e-mail all’indirizzo portaaporta@barsa.it in modo da verificare, affrontare e risolvere adeguatamente le inevitabili difficoltà dell’avvio di un servizio complesso, che incide su abitudini consolidate ma particolarmente qualificante per la vita collettiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here