Barletta, “Fidati dell’affido”: presentata campagna di sensibilizzazione

1
506

“Fidati dell’affido”  è la campagna di sensibilizzazione sull’affido famigliare  rientrante nell’ambito delle attività del Piano Sociale di Zona come per l’appunto   “Progetto per la promozione e il potenziamento dei percorsi di affidamento familiare” presentato alla Regione Puglia nell’ambito delle attività del Piano Sociale di Zona e inserito pertanto negli interventi che l’Amministrazione ha già avviato con l’ASL BT e con la Provincia Barletta Andria Trani sulla base del “Protocollo d’Intesa Operativo per la Regolamentazione del Servizio Integrato Territoriale su Affido e Adozione” sottoscritto nel novembre scorso.”

A tale fine  sono state adibite delle  vere e proprie “stanze da gioco” presso l’Ufficio Affido e Adozione di Barletta, laddove il bambino potrà vivere con serenità il distacco dal nucleo famigliare d’origine e essere seguiti  e tutelati con altrettanta serenità  dalle operatrici del Settore Servizi Sociali; la durata dell’affido varierà da sei mesi a due anni e tra i genitori biologici quelli affidatari e il minore si creerà un “patto d’amore con l’intento di riportare  i bambini nelle famiglie d’origine”  – ha sottolineato il vicesindaco di Barletta e assessore ai Servizi Sociali, Anna Rizzi Francabandiera.

L’affido è un provvedimento temporaneo che si rivolge a bambini e ragazzi sino ai diciotto anni, di nazionalità italiana o straniera che si trovano in situazioni di disagio familiare. Grazie all’affido, il minore è accolto in una famiglia che ne fa richiesta. Il servizio di sostegno mira dunque alla tutela dei diritti dell’infanzia, garantendo al minore il diritto a crescere in un ambiente che possa soddisfare le sue esigenze educative e affettive, in grado di rispettarne i bisogni con riferimento alle caratteristiche personali e familiari e alla specifica situazione di difficoltà.

Alla conferenza stampa presso l’Ufficio Affido e Adozione del settore Servizi Sociali, in piazza Aldo Moro n.16,sono intervenuti l’Assessore comunale alle Politiche Sociali Anna Rizzi Francabandiera, il consigliere provinciale Luigi Antonucci, il dirigente comunale del Settore Servizi Sociali Santa Scommegna,il dirigente provinciale alle Politiche Sociali Caterina Navach, la Responsabile del Consultorio n. 2 ASL BT, Elisa Manta.

Il servizio di affido familiare avviato a Barletta aderisce al Coordinamento Nazionale Servizi Affido (CNSA) e può contare sulla collaborazione dell’Associazione Ai.Bi. Amici dei Bambini, del Centro per la famiglia, della onlus “La caramella buona” contro la pedofilia, del centro di promozione familiare “Insieme con la coppia”, dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose (ANFN).

L’iniziativa, come già evidenziato,  fa parte delle attività del Piano Sociale di zona e  al fine di incoraggiare e diffondere la cultura dell’affido sono stati  previsti  incontri di sensibilizzazione con la cittadinanza i prossimi:

27 maggio alle ore 18- Parrocchia S. Nicola

30 maggio ore 18  – Scuola primaria Statale Girondi

9  giugno ore 18-  Centro Polivalente per minori comunale (C.A.Gi)

Prevista anche una rassegna cinematografica “Fidati di me”, a cura del “Centro per la famiglia” e “La caramella buona”.

1 COMMENTO

  1. Mi preme evidenziare che la stanza è solo ed ancora quella, piccola ed angusta, non sempre pulita, pericolosa a causa della presenza di alcuni fili elettrici e sopratutto unica perchè non ce ne sono altre contrariamente a quanto riferito dall’ articolo li riportato, secondo quanto anche confermato dai preposti dirigenti. La stanza è del tutto inadeguata agli scopi preposti ed ad ospitare bambini in tenera e tenerissima età oltre al fatto che l’organigramma è incapace di ottemperare -come non accade altrove – alle ordinanze dell’autorità giudiziaria trincerandosi dietro presunte carenze di personale e tempo che in realtà non mancano. Questo è il comune di Barletta. Quel servizio va totalmente rivisto Flavio Basile Dario Damiani Gennaro Gennaro Antonio Rociola Damiana Torre Marcello Lanotte
    Chi ha scritto l’articolo si aggiorni e documenti fermo restando la mia disponibilità, da legale e padre, ad ogni incontro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here