Andria, strade sporche e ratti in Villa comunale: la denuncia del Comitato Quartiere Europa

0
395

Cosi’ esordisce il Comitato in una nota  in cui si vuole evidenziare l’inefficienza del servizio pubblico,  esaltando invece il buon senso di alcuni cittadini e di qualche privato che cercano di evitare il peggio.” Le emergenze – si legge nella nota – non riguardano solo l’aspetto estetico ma anche la sicurezza in quanto, in più circostanze si è evitato il peggio ad esempio quando i tombini per la raccolta e il deflusso delle acque piovane, come al solito stracolmi e intasati da cartacce, imballaggi, plastica e altri rifiuti rimasti una volta depositati sulle strade per intere settimane nessuno li ha rimossi e asportati. Quei tombini non hanno mai svolto appieno la loro funzione, soprattutto nei giorni di forti piogge recenti e in molti casi si è scampato per poco il pericolo di un allagamento generale in moltissime strade del quartiere. Interventi dei privati cittadini residenti – continua il comunicato – ci sono settimanalmente per ripulire strade, marciapiedi e aiuole pubbliche ormai diventate ricettacolo di animali pericolosi, come ratti e pantegane avvistati sempre più frequentemente anche all’ interno della villa comunale e dei suoi giardini e rifiuti di ogni genere ed è improponibile il confronto, qualsiasi confronto tra il modo in cui sono tenute le aiuole private o ripulite dai residenti rispetto a quelle pubbliche che l’Ente non ricorda neanche più di dover curare lasciandole incustodite ed abbandonate per interi lunghi periodi prima di ricordarsi che ogni tanto una sbarbata e una ripulita farebbe bene anche ai politici meno noti.”

E infine concludono con una frecciata all’attore Michele Placido, ultimamente impegnato nello spot di promozione alle buone prassi ambientali: ” Evidentemente l’attore Michele Placido non è passato per il nostro quartiere altrimenti non si potrebbe neanche minimamente e lontanamente immaginare come sia possibile che a fronte di tantissime risorse utilizzate per le attività di promozione e di sensibilizzazione si possa contrapporre un comportamento pubblico di tale inaudita sciatteria e trascuratezza.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here