Andria, Misericordia: con il 5×1000 nuove ambulanze all’avanguardia

0
396

Angela Vurchio, Governatrice della Confraternita Misericordia di Andria ha dichiarato in merito: ” Attendiamo la conclusione dell’iter avviato per le autorizzazioni e poi le tre ambulanze saranno al servizio di tutta la comunità è stato un investimento importante per la nostra associazione che non vuole lasciar nulla al caso per migliorare e completare la propria natura assistenziale e di soccorso”. I tre mezzi sono giunti ieri pomeriggio nella sede andriese di via Vecchia Barletta con i circa 100 volontari ad accogliere l’arrivo di questo nuovo traguardo.

Oltre a fondi propri, le tre ambulanze sono state acquistate grazie al prezioso contributo dei fondi destinati al 5×1000, da sempre utilizzati per migliorare l’apporto qualitativo degli interventi di equipe nel campo dell’emergenza urgenza. Sanificazione automatica, nuove strumentazioni di soccorso, migliori sistemi di guida: queste e tante altre le novità che a breve saranno per le strade delle Città di Andria e Trani e non solo visti i circa 7mila interventi compiuti annualmente su tutto il territorio della BAT.

I fondi del 5X1000 che i cittadini destinano alla Confraternita Misericordia di Andria indicando nell’apposito spazio della dichiarazione dei redditi il codice fiscale 90011770725 hanno l’obiettivo di realizzare grandi progetti, per il prossimo anno sono già pronti tre progetti: #adottapediatria, una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con un comitato tecnico-istituzionale, per l’adozione del reparto di pediatria dell’Ospedale “Bonomo” di Andria, l’acquisto di materiale urgente necessario al reparto e di un’ambulanza di emergenza neonatale. La Formazione, con il costante aggiornamento gratuito e professionalizzante dei 100 volontari della Misericordia di Andria che operano in oltre 19mila interventi annui tra primo soccorso, emergenza/urgenza, trasporti specializzati ed interventi di protezione civile. Il Posto Medico Avanzato, la struttura più grande di tutto il mezzogiorno d’Italia per gli interventi d’urgenza sul campo in caso di calamità naturali.

La struttura attualmente può fornire cure mediche specialistiche a 100 persone contemporaneamente con 10 codici rossi di estrema urgenza. L’implementazione di una struttura costruita negli anni e che ora necessita di ulteriori specifiche attrezzature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here