Trinitapoli, acquisizione Casa Mandamentale. Ortix: «Valorizzare questo polo istituzionale»

0
355

Con Decreto Ministeriale del Ministero della Giustizia nel 2011 veniva soppressa la casa mandamentale di Trinitapoli ed ogni attività ad essa collegata. L’edificio situato alle spalle del Tribunale di Trinitapoli restava così di proprietà dello Stato e ad oggi è abbandonato e in disuso.

Il D.L. del fare dava la possibilità di acquisire a titolo non oneroso per gli enti locali beni immobili dello stato per l’attuazione del federalismo demaniale. Dallo scorso 1° settembre 2013 e fino al 30 novembre 2013 i Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni avevano avuto la possibilità di presentare richiesta di acquisizione di beni immobili dello Stato. L’amministrazione comunale ha lavorato sfruttando quest’occasione per riuscire ad aumentare il proprio patrimonio. Un ottimo lavoro di squadra, coordinato dall’assessore al patrimonio Nicoletta Ortix in collaborazione con gli uffici, che ha permesso al comune di muoversi nei tempi per riuscire ad acquisire la proprietà della Casa Mandamentale.

“Come Assessore al patrimonio mi sono subito attivata per sfruttare questa importante possibilità messa a disposizione dalla normativa proponendo l’acquisizione al patrimonio comunale dell’immobile sito alle spalle del Tribunale di Trinitapoli adibito a casa mandamentale –ha spiegato l’assessore Ortix-. La richiesta all’Agenzia del Demanio di Bari ed il conseguente parere positivo al trasferimento gratuito al Comune di Trinitapoli è il primo passo verso la rivalutazione di un immobile importante oltre che la riqualificazione del quartiere circostante. Ora bisognerà celermente concludere l’iter amministrativo che porterà all’acquisizione definitiva del bene al fine di attuare ogni azione utile alla valorizzazione di un importante polo istituzionale collocato in una posizione strategica del centro abitato”.

Michele Mininni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here