San Ferdinando di Puglia, strutture sportive in pessimo stato: la denuncia di Lopizzo (Giovane Italia)

0
457

«Dal Palazzetto dello Sport di Via Gramsci – completamente abbandonato a se stesso -, al campo comunale in Via Trinitapoli, passando per le decine di spazi – in teoria dedicati allo sport – sparsi per la città e completamente devastati, la San Ferdinando sportiva che si presenta agli occhi dei cittadini Sanferdinandesi (e non solo!) è davvero qualcosa di indecente – prosegue Lopizzo -. Sul campo di calcetto in Via W. Tobagi e quello da tennis-pallacanestro in Via Padre Mango, preferiamo invece stendere un velo pietoso! Le immagini, infatti, parlano da sole! ».

La San Ferdinando sportiva “moribonda” descritta dal rappresentate del movimento giovanile sembra tutto fuorché una città a misura di giovani.

«Ci lamentiamo tanto se i nostri giovani preferiscono “emigrare” anche solo per una partita di calcetto, ma quale sarebbe l’alternativa – si domanda Lopizzo – ? Forse frequentare una delle tante strutture sportive completamente devastate della nostra città e forse nemmeno coperte da polizze assicurative? Questa situazione rischia inoltre di far sprofondare l’associazionismo sportivo locale, solo fino a pochi anni fa vero e proprio fiore all’occhiello del nostro comune».

Ma se le condizioni in cui versano i vari impianti sportivi di San Ferdinando sono tutt’altro che decenti, un vero mistero si cela dietro i lavori al Palazzetto dello Sport, fermi praticamente da sempre. «Speriamo di non attirare nuovamente l’attenzione del famoso Tg satirico nazionale (Striscia la Notizia) per un opera strategica cantierizzata e mai completata – afferma Lopizzo -. San Ferdinando di Puglia, ormai, conquista la ribalta nazionale sempre e solo per situazioni così spiacevoli».

Lo sport svolge un importante ruolo nello sviluppo psicofisico e sociale dei giovani, distogliendoli e allontanandoli da tutte le situazioni di rischio e devianza. «Ed in ambito sportivo e sociale la nostra Città sta regredendo di giorno in giorno – conclude Lopizzo -. Noi ragazzi non abbiamo strutture idonee e decenti in cui praticare attività sportive, e siamo per questo costretti ad “emigrare”. E’ questa la San Ferdinando a misura di giovani che abbiamo sempre desiderato? ».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here