Riforma Province, Ventola: «Nessun risparmio, solo un enorme pasticcio»

0
156

«Nei suoi tweet Renzi dimentica di dire una cosa fondamentale: con questo Ddl le Province non solo non vengono abolite ma potranno addirittura esercitare nuove funzioni – afferma il Presidente Ventola -. L’unica cosa che cambia realmente, con questo riordino, è il venir meno della democrazia: non ci saranno più elezioni, ed i cittadini non potranno scegliere chi li dovrà amministrare. Le Province, infatti, rimarranno in vita, ma i Consiglieri provinciali saranno eletti dai Consiglieri comunali, mentre il Presidente sarà individuato dai Sindaci del territorio. Dunque, dal momento che le Province continueranno ad avere un proprio bilancio autonomo, a gestire i soldi pubblici non saranno più amministratori eletti democraticamente dai cittadini. Ed i cittadini non potranno più premiare, col loro voto, gli amministratori che riterranno capaci o mandare a casa chi avrà fallito».

Anche sull’ipotetico risparmio legato al riordino delle Province, il Presidente Ventola nutre parecchie perplessità. «Come si fa a parlare di risparmio se, con questo riordino, si istituiscono 15 Città Metropolitane (record europeo), che avranno dei propri Consiglieri e non sappiamo di cosa si occuperanno? Dove sarebbe il risparmio se con questo disegno di legge si incentiva la nascita di Unioni dei Comuni, anche in questo caso con i relativi Consiglieri? Quando Renzi, twittando, parla di tagli di 3mila indennità, ignora che i Consiglieri provinciali non percepiscono alcuna indennità, se non un gettone di presenza di circa 30 euro, che non è cumulativo con altri incarichi».

Conclusione: «Per quanto mi riguarda, tagliare significa ben altro. Se davvero il Governo avesse voluto abolire le Province, avrebbe dovuto più semplicemente chiuderle attraverso un percorso costituzionale, trasferendo competenze e personale a Comuni e Regioni. Invece, si è voluto creare l’ennesimo pasticcio, che oltre a non arrecare alcun risparmio causerà solo confusione nei cittadini».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here