Andria, interesse per l’iniziativa “Tavoli per la Sussidiarietà Circolare”

0
103

Cittadini, imprenditori, rappresentanti istituzionali e membri attivi di organizzazioni non profit hanno accolto positivamente l’idea lanciata da Giovanni Vita nell’ambito del Progetto InPuglia, sfruttando l’occasione per esprimere i propri bisogni e condividere nuove prospettive di sviluppo per la città.

Patrocinato dal Comune di Andria ed organizzato in partnership con l’associazione “AndriaDuePuntoZero”, la Confetteria e Museo “Mucci Giovanni ” e “Fiore di Puglia”, l’evento si è aperto con i saluti dell’Assessore al Marketing Territoriale Benedetto Miscioscia, il quale ha sottolineato l’attenzione dell’amministrazione verso il Progetto InPuglia, ribadendo l’importanza di una progettazione partecipata che è prima di tutto segno di un rinnovamento culturale.

Seguendo attentamente le regole del gioco, i partecipanti sono giunti ad elaborare sette progetti, orientati al recupero degli antichi mestieri, alla valorizzazione degli spazi culturali, alla sensibilizzazione sui temi della legalità e del vivere civile, nonché alla creazione di posti di lavoro per giovani e persone svantaggiate.

«Siamo particolarmente soddisfatti di così tanta partecipazione» -ha commentato Vita-  «Sta emergendo un bisogno di incontro e di riflessione comune intorno alle esigenze sentite dalla collettività».

Collettività che sarà presto invitata a conoscere i progetti elaborati attraverso una manifestazione pubblica, in programma ad Andria tra la fine di aprile e gli inizi di maggio.

«Speriamo di poter contare ancora sulla presenza dell’amministrazione locale» -hanno concluso i promotori, evidenziando il ruolo fondamentale dei rappresentanti pubblici nella definizione di risposte concrete alle istanze emerse.

 

Per informazioni e contatti:

Progetto Tavoli per la Sussidiarietà Circolare – Esperienza Progetto InPuglia,
Piazza Italia, 33/B 72017 Ostuni (Br)
Telefono: 3495662107 – 3339452354 – Indirizzo mail: segreteria@progettoinpuglia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here