Andria, iniziati tra gli applausi i lavori al Liceo Scientifico “R. Nuzzi”

0
182

Diciotto nuove aule, due laboratori, tetti con pannelli fotovoltaici e perfino una piscina coperta, per una scuola all’avanguardia, i cui lavori costeranno 4.200.000 euro e sono finanziati con 2.250.000 euro di somme di avanzo di amministrazione e 1.950.000 euro con mutuo contratto dalla Provincia con la Cassa Depositi e Prestiti.

Lavori che andranno dunque a risolvere finalmente l’annoso problema di carenza delle aule, che aveva costretto la Provincia a sostenere canoni onerosi per l’affitto di altre sedi succursali e molto spesso gli stessi studenti ad orari inusuali.

L’attesa è dunque finita ma l’iter che ha portato all’inizio dei lavori è stato a dir poco complesso e travagliato, tra carenza di fondi, modifiche al progetto, varianti urbanistiche da parte del Comune di Andria, i due passaggi in Consiglio comunale andriese e quelli in Consiglio provinciale, la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori (cui avevano partecipato 27 ditte), i ricorsi ed una burocrazia che ha inevitabilmente rallentato tutto il percorso.

«Con questi lavori, il Liceo “Nuzzi” sarà una scuola modello, innovativa e completa, che non garantirà agli studenti solo le consuete attività formative, ma saprà coinvolgerli anche con attività sportive e sociali, potendo disporre di attrezzature ed ambienti nuovi ed adeguati – ha commentato il Presidente della Provincia Francesco Ventola -. Faremo di tutto perché con l’inizio dell’anno scolastico 2015-16 gli studenti potranno essere accolti nel nuovo plesso».

«E’ un momento di festa per la nostra Città – ha invece affermato il Sindaco di Andria Nicola Giorgino -. Si implementa l’offerta formativa di un istituto che ha visto crescere in maniera esponenziale il numero delle iscrizioni. Con grande merito della Provincia, e la collaborazione del Comune per le varianti, si pone fine ad una storia lunga trent’anni. Si parla di inutilità degli enti, ma, se non ci fosse stata la Provincia di Barletta – Andria – Trani, i lavori al Nuzzi di Andria forse non sarebbero mai cominciati».

«Ho vissuto in prima persona la vicenda dell’ampliamento del “Nuzzi” per oltre 15 anni, sia da Consigliere provinciale di Bari che in questi ultimi anni da Assessore della Bat. Non si riusciva mai a trovare la strada giusta, per questioni economiche e tecniche. Dopo tante battaglie, finalmente ci siamo» ha commentato, soddisfatto, l’Assessore provinciale all’Edilizia Scolastica Domenico Campana.

Il Dirigente Scolastico del “Nuzzi”, Michelangelo Filannino, ha infine «ringraziato la Provincia per l’impegno profuso ma soprattutto per non averci mai preso in giro o illuso sui tempi di inizio dei lavori».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here