Trani, mercato del martedì a rischio chiusura: Unimpresa Bat chiede interventi per la sicurezza

0
89

Basterà ricordare l’episodio di alcuni giorni addietro, quando proprio all’interno di un mercato (di Molfetta), acquirenti e ambulanti sono diventati forzati spettatori di un’esecuzione. Per tale ragione il Presidente di UNIMPRESA-BAT, Savino Montaruli richiede il massimo grado di responsabilità nel trattare tale argomento.

Nella mattinata di domenica 23 marzo, proprio Montaruli ha incontrato i responsabili dell’Associazione Nazionale di Polizia di Stato che prestano servizio volontario nel mercato settimanale del martedì di Trani, posto in via Superga. Un incontro che si è rivelato, come lo ha definito il Presidente di UNIMPRESA-BAT: “Un approfondimento necessario visto che in ballo c’è la salute e l’incolumità delle persone, sia dei commercianti che dei consumatori quindi doveroso l’impegno dell’Associazione di Categoria affinché non si faccia come si sta facendo negli altri comuni dove si continua a sottovalutare situazioni di estremo disagio e pericolo.”

 Su questo punto Montaruli ha voluto sottolineare l’ottimo operato del Sindaco della Città della Pietra, Luigi Riserbato “il quale ha posto la questione al primo punto degli interventi di cui si occuperà anche il costituendo Comitato di Concertazione al quale hanno già aderito le Associazioni Confcommercio, Confesercenti, Unimpresa Bat, Cna Bat, Confartigianato, Cgil, Cisl, Uil.”. Nei progetti dell’Associazione “Mettere in sicurezza in particolare alcuni tratti del percorso mercatale e soprattutto predisporre e riattivare un’idonea Squadra Annonaria della Polizia Locale, unitamente alla predisposizione di punti di soccorso e di intervento sono sicuramente i punti più importati che richiedono provvedimenti conseguenti che siano finalizzati alla risoluzione definitiva della problematica altresì legata anche alla situazione della viabilità sovrastante l’area mercatale.”.

L’auspicio: “Riteniamo che la volontà espressa dal Sindaco Riserbato di assumere provvedimenti importanti e qualificanti per il commercio tranese, a cominciare dalla programmazione turistica fino alla gravissima crisi del settore commercio e servizi, compresa la questione del mercato settimanale vada sostenuta e resa attuabile, senza fibrillazioni politiche che, qualora persistenti, porterebbero unicamente al risultato di ritardare quei processi virtuosi che anche Trani deve immediatamente attuare, senza correre il rischio di cadere in quella condizione di apatia e di persistente inattività che sta continuando a caratterizzare negativamente il settore sviluppo economico nelle altre città, anche in quelle co-Capoluogo che dovrebbero essere, invece, le più propositive e le più efficienti.”.

 

 

Michele Noviello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here