Barletta, delibere di Giunta: novità raccolta rifiuti, “porta a porta” per l’umido da aprile

0
295

Servizio sulla raccolta “porta a porta”

Sono state prospettate le misure per il potenziamento della raccolta differenziata in città, diventata di stretta attualità non solo per le evidenti esigenze ambientali ma anche per le ricadute di carattere economico sui contribuenti. Com’è noto, la Regione Puglia ha stabilito che “i Comuni che prevedono di conseguire nel mese di giugno 2014 una percentuale di raccolta differenziata pari ad almeno il 5 per cento in più rispetto ai dati validati riferiti al periodo settembre 2012 – agosto 2013 sono esentati dal versamento mensile del differenziale del contributo (ecotassa), fermo restando l’obbligo di provvedere all’eventuale conguaglio entro il 30 settembre 2014”.

Si è pertanto stabilito, sulla base della recente approvazione da parte della Regione Puglia della “Carta dei Servizi”, di modificare il sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani introducendo il “porta a porta” in modo da conseguire valori di raccolta differenziata tali da scongiurare l’applicazione della ecotassa e raggiungere nel breve periodo i limiti fissati dalla normativa nazionale e regionale di riferimento.

L’Amministrazione comunale si è dovuta muovere tenendo conto di norme regionali in continua evoluzione, oltre che della riorganizzazione dell’ARO (Ambito di Raccolta Ottimale) che ha scontato una fase di stallo a seguito di un contenzioso promosso da una delle città dell’Ambito da considerarsi, dopo il confronto con la stessa Regione Puglia in un recente incontro, avviato a soluzione.

Nello specifico,  l’indirizzo discusso in Giunta prevede l’introduzione del “porta a porta” per la sola frazione umida delle utenze non domestiche food presenti sull’intero territorio comunale, a decorrere da lunedì 7 aprile, mentre dal successivo lunedì 19 maggio potrà diventare operativo il servizio  “porta a porta”  a partire da tutte le utenze presenti nel Centro Storico e nel quartiere Patalini, mentre dal 1° settembre 2014 il servizio “porta a porta” potrà essere esteso all’intero territorio comunale, sempre sulla base di uno specifico contratto di servizio, secondo i principi dell’affidamento in house  e dell’unicità del servizio sull’ARO 1 BT.

Piano triennale delle opere pubbliche

La Giunta ha quindi cominciato a discutere del programma delle opere pubbliche per il triennio 2014/2016, che costituisce il primo atto di programmazione di questa amministrazione. Pur nelle difficoltà di ordine tecnico,  organizzativo ed economico-finanziario si è ritenuto di dover compiere ogni sforzo per rilanciare gli investimenti pubblici sulla base di una rigorosa ricostruzione storica.

Il piano traccerà la linea di sviluppo della città evidenziando, per il primo anno di attuazione, tutte quelle opere che trovano copertura anche attraverso la rimodulazione di vecchi finanziamenti destinati ad investimenti in opere mai decollate, principalmente per assenza della totale copertura. Per le opere previste negli anni successivi, l’obiettivo prioritario resta quello di intercettare la programmazione regionale dei fondi strutturali.

Si è considerata, in particolare, la necessità di completare opere importanti, quali la soppressione dei passaggi a livello Rete Ferroviaria Italiana e di mettere in sicurezza immobili di rilevante importanza storico-culturale.

La Giunta ha quindi esaminato e approvato le seguenti delibere.

 

Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera

Per la “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera”, il 17 marzo, l’Amministrazione sostiene la manifestazione celebrativa organizzata dall’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di Barletta in programma nella Sala Rossa del Castello a partire dalle ore 9.30. Alle 11.30 avrà poi luogo una iniziativa nella Sala Auditorium della Scuola Elementare “4° Circolo San Domenico Savio”, con l’esibizione del Coro Stabile dell’Istituto Comprensivo S. Domenico Savio – 7° Gruppo, diretti dall’insegnante Maria Teresa Nesta, e la consegna della Costituzione ai nuovi cittadini italiani di origine straniera.

 

Patti per le Città

La Giunta ha approvato la bozza di accordo tra i Comuni di Andria, Trani  e Barletta (Comune capofila) per la condivisione e la partecipazione congiunta alla candidatura al finanziamento dell’intervento “Patti per le città”, al fine di predisporre gli atti richiesti dalla Regione Puglia che gestisce il finanziamento. La proposta prevede interventi, già sperimentati con risultati positivi in altri Comuni italiani, per la videosorveglianza del territorio, il controllo elettronico dei centri storici e delle Zone a Traffico Limitato, la diffusione del Wi-Fi, la gestione intelligente dei parcheggi, la telegestione e il telecontrollo degli impianti di pubblica illuminazione. E’ previsto il coinvolgimento tecnico scientifico del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

 

Lavori di manutenzione straordinaria e di riqualificazione alla scuola media “G. De Nittis”

La Giunta ha autorizzato gli interventi di manutenzione straordinaria e di riqualificazione della scuola media “G. De Nittis” in via Libertà.     I lavori, per un importo complessivo di circa 350.000.00 euro finanziati totalmente con fondi europei, consentiranno l’efficientamento energetico dell’immobile oltre che la manutenzione straordinaria di ambienti tra cui la palestra e i servizi igienici.

 

Schema di accordo per l’utilizzo della graduatoria del concorso pubblico del Comune di Corato

La Giunta, considerata l’urgenza di individuare e incaricare un nuovo dirigente dell’area tecnica, ha approvato lo schema di accordo per l’utilizzo della graduatoria del concorso pubblico per la selezione di un dirigente tecnico indetto dal Comune di Corato nel 2010.  Ha pertanto incaricato il Dirigente del settore Organizzazione e sviluppo risorse umane di attingere al primo candidato utile nella graduatoria – approvata con determinazione n. 60 del 24/05/2010 – del Comune di Corato per portare a conclusione la procedura per l’assunzione a tempo determinato di un dirigente con profilo professionale tecnico, per tre anni, previo periodo di prova di sei mesi, acquisendo il consenso dello stesso.

 

Modifica al Regolamento sugli accessi e mobilità

E’ stato approvato il “Regolamento per il passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here