Andria, conclusa la tre giorni regionale di formazione delle Misericordie

0
130

In Puglia, la rete delle Misericordie è molto estesa con 43 confraternite già presenti su tutto il territorio regionale ed un centro di formazione regionale che ha già prodotto circa 40 corsi nell’ambito sanitario per oltre 1200 volontari già formati in un solo anno di attività. «La formazione è fondamentale per la motivazione perchè un soccorritore formato è all’altezza del delicato compito che gli viene richiesto ed un soccorritore è contento di poter sempre essere utile e decisivo – ha ribadito Gionata Fatichenti – La formazione è importante anche sotto il profilo etico perchè le Misericordie in Italia puntano a dare un servizio di sempre miglior qualità ed in questa maniera si riesce ad avere volontari sempre più preparati e responsabili».

Sono stati 60 i partecipanti che, assieme all’equipe nazionale coordinata da Fatichenti e formata dai volontari Giulia Dani, Paolo Lullo e Pemar Bumagat, hanno spaziato dalle tecniche di comunicazione e motivazione, sino a giungere alle attività pratiche di insegnamento dei protocolli BLS, PBLS, SVT, sino all’esame finale che ha registrato solo un primo momento di verifica del lavoro svolto: «Da oggi altri volontari sono già pronti a portare in tutti i territori nuove competenze per i cittadini – ha proseguito Fatichenti – altri proseguiranno il lavoro intrapreso con aggiornamenti costanti e continui. Le Misericordie di Puglia sono molto attente alla formazione ed alla vicinanza con i cittadini. Proprio qui in regione, infatti, è iniziato un importante percorso formativo sui defibrillatori e per formare non solo il personale specializzato ma anche il cittadino che qui può trovare un punto di riferimento imprescindibile».

Qualità e specializzazione ribadite nelle parole del Presidente Regionale delle Misericordie di Puglia, Gianfranco Gilardi: «E’ un corso effettuato grazie alla confederazione nazionale – ha detto Gilardi – prepariamo tanti altri confratelli in modo gratuito come formatori dal punto di vista sanitario e successivamente potranno continuare questo percorso per specializzarsi in altre qualifiche ed aggiungere altre attestazioni necessarie per formare sempre meglio altri confratelli a loro volta ed i semplici cittadini. E’ un lungo ed importante lavoro di radicamento sul territorio per affinare le tecniche e gli interventi al servizio dei cittadini».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here