Trani, Dog’s Hotel: Tribunale Riesame rigetta istanza di dissequestro

0
121

Pertanto, è stato confermato quanto disposto lo scorso novembre sulla base della documentazione fornita dagli ispettori dell’UO del Ministero della Salute e dal Nas di Bari.

“Il positivo risultato è da ascrivere all’impegno di tutti coloro che hanno contribuito a portare avanti questa grande battaglia, dai cittadini italiani che hanno sostenuto le associazioni con grande senso civico, ai volontari di tutte le associazioni, nonché i veterinari ASL capitanati dalla Dr.ssa Paola Serio per le cure prestate agli animali”, dichiarano i rappresentanti della Lega Nazionale Difesa del Cane (LNDC).

Nel canile  di Trani “più di 600 animali, fra cani, maiali e volatili sono stati trovati fra rifiuti, deiezioni e carcasse. Denutriti, malati e in condizioni di sporcizia estrema, non registrati né microchippati. Tra questi, un numero rilevante di femmine non sterilizzate”, ricorda la LNDC.

“Lega del Cane non dà e non darà tregua a chi si macchia di delitti nei confronti degli animali, nostri compagni di vita e non strumenti di arricchimento personale, per di più a danno della collettività. Da anni l’Associazione – anche attraverso Il Corpo delle Guardie Zoofile, composto da un vasto numero di nuclei provinciali presenti sul territorio italiano – è impegnata a smascherare i purtroppo frequenti casi di animali maltrattati e uccisi nei canili lager e si batte affinché questa piaga trovi una soluzione garantendo il benessere degli animali, denunciando abusi e sollecitando soluzioni alternative alla detenzione a vita degli animali in strutture che in realtà sono spesso imprese chiuse e non controllate”, si legge nella nota.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here