Bisceglie, alta tensione CdP: protesta Usppi per mancati stipendi, sindaco Spina con loro

0
126

L’incontro è durato due ore. Al termine, le parti (sindacato Usppi e Cdp) hanno concordato di rincontrarsi giovedì 23, alle ore 15,30, poiché il commissario Cozzoli  ha chiesto di voler incontrare i dirigenti del Ministero per la fattibilità dell’erogazione degli stipendi anche dal 1° dicembre scorso. Inoltre, attende che il Tribunale Fallimentare nomini, in tempi brevissimi il “giudice tutelare” per la prededuzione della causa fallimentare. Ciò consentirebbe dal mese seguente la regolarizzazione degli stipendi.

L’Usppi ritiene non esaustivo l’incontro odierno, e preavverte che, qualora non si dovesse trovare un punto di incontro, giovedì prossimo, ovvero al pagamento immediato di tutte le spettanze ai lavoratori dell’Ambrosia – ristorazione e pulizie –, inasprirà la vertenza, con un presidio permanente dei lavoratori, dinanzi alla direzione generale e la proclamazione di uno sciopero generale.   

 Il sindaco Francesco Spina è intervenuto a portare la solidarietà dell’Amministrazione Comunale ai lavoratori accompagnato dal vicesindaco Fata, dal presidente del consiglio comunale Napoletano e dal consigliere Pedone. Anche il presidente del consiglio provinciale della Bat, Vincenzo Valente ha espresso con la sua presenza la vicinanza ai manifestanti. “Siamo qui oggi – ha dichiarato il sindaco – per esprimere il nostro sostegno a questi lavoratori che stanno vivendo insieme alle loro famiglie un momento di enorme difficoltà e incertezza. Essi svolgono servizi essenziali nella Casa della Divina Provvidenza (pulizie, fornitura pasti) che non possono essere interrotti ma è un diritto la tutela della loro retribuzione”. L’amministratore straordinario, Cozzoli, dopo un incontro con i dirigenti dell’USSPI, ha dichiarato che decisioni in merito alla vicenda saranno assunte solo dopo la nomina del magistrato delegato da parte del Tribunale di Trani. Il sindaco e gli altri rappresentati dell’Amministrazione Comunale, in attesa di tali sviluppi, hanno proposto una soluzione urgente consistente nel vincolare delle risorse in via prioritaria per il pagamento degli arretrati ai dipendenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here