Barletta, presentata “Scuole Sicure”: 9 defibrillatori alle scuole della città

0
504

Un’iniziativa accolta con vivo interesse dall’ Amministrazione Comunale rappresentata dalla Presidente del Consiglio Comunale, l’Avv. Carmela Peschechera, e dall’Assessore alle Politiche dell’innovazione, il Dott. Antonio Divincenzo , che insieme al Comune di Bari e alla Provincia Bat, ha patrocinato l’evento. Presenti inoltre diverse realtà del territorio: il Dottor Andrea Sandrelli, responsabile “Professione Militare” di Barletta , il Luogotenente Antonio Filannino Presidente della Sezione di Barletta di ANFI – Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, il Dottor Antonio Gadaleta in rappresentanza della Delegazione Regionale degli “Ordini dinastici di Casa Savoia”, il Dottor Francesco Paolo Maffei coordinatore CIVES Infermieri Volontari per l’emergenza.

“Un gesto di grande attenzione – l’installazione dei defibrillatori, ha detto la Presidente Peschechera – e tutto quello che è prevenzione è utile e da promuovere; nel ruolo di Presidente del Consiglio Comunale ho anche a cuore la tutela dei cittadini e dei ragazzi nelle scuole, questo anche come madre” e ricorda come negli Stati Uniti oggi i defibrillatori siano presenti quasi in ogni condominio.

Alla serata di beneficenza del 1° febbraio, ricorda il giornalista Nino Vinella, interverranno il Prefetto,  Dott.ssa Clara Minerva, il Dott. Claudio Paolillo, che interverrà con una relazione scientifica in qualità di responsabile dell’Unità Operativa di Cardiologia presso il nosocomio di Corato , l’Assessore alle attività economiche del Comune di Bari, l’Avv. Rocco De Franchi, il Presidente della Provincia Bat Francesco Ventola, il Dott. Antonio Zampelli VicePresidente Nazionale Anfi e indispensabili gli imprenditori che sotto l’etichettatura di sponsor hanno contributo significativamente all’acquisto dei 9 defibrillatori.

“Il nostro interesse, obiettivo è quello di aiutare la cittadinanza – ha detto il Luogotenente A. Filannino, che ha evidenziato la presenza del Comune di Bari con 2 sponsor-imprenditori che hanno partecipato all’acquisto dei defibrillatori; perciò anche nella città di Bari verrà donato un defibrillatore a un Istituto del capoluogo Pugliese. Il Professor Andrea Sandrelli responsabile dello sportello “Professione Militare” ha chiarito come funziona l’incorporamento dei giovani nelle Forze Armate e nell’Ordine, e come è avvenuta la formazione delle 4 persone individuate per ogni Ente destinatario sotto il coordinamento di istruttori qualificati della “Salvamento Academy “, una formazione – in manovre di primo soccorso di rianimazione cardio polmonare (RCP) e all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno (AED)- a costo zero con personale interno militare.

A concludere gli interventi di questa mattina è stato il Dott. Francesco Paolo Maffei per CIVES , Coordinamento Infermieri Volontari Emergenza Sanitaria :” Siamo tutti infermieri in servizio ognuno con la propria specialità e, appena saputo dell’evento, non abbiamo esitato nel patrocinarlo, proprio perché queste iniziative sono importantissime in quanto l’ addestrare dei laici, personale non sanitario, persone comuni, aiuta tutti i cardiopatici a vivere meglio. Una persona che soffre di una patologia ha anche il timore di uscire di casa e il solo pensiero che nella mia città ci sono 10 mila operatori AED- che hanno capacità di utilizzare il defibrillatore esterno semi-automatico- di sicuro mi fa sentire più protetto. La scelta dei defibrillatori nelle scuole- ha spiegato Maffei- non è stata fatta a caso e, anche se di solito i bambini non sono cardiopatici a meno che abbiano dei disturbi congeniti, abbiamo selezionato accuratamente questi defibrillatori nelle scuole. Inoltre, a fianco dei defibrillatori CIVES ha pensato di stampare dei poster di indicazione che ricordano le istruzioni di utilizzo del macchinario.”

Sabato 1° febbraio, oltre ad essere donati i defibrillatori, verranno anche consegnati gli attestati di formazione agli operatori individuati per l’utilizzo delle macchine salva vita; ospite d’eccezione della serata Mingo di Striscia la Notizia, da sempre legato a tematiche sociali e salutari; infine,  a incorniare il tutto, l’esibizione corale di 50 ragazzi delle scuole Musti e Dimiccoli di Barletta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here