San Ferdinando di Puglia, volontari ANC portano doni ai bimbi degenti in Oncologia pediatrica

0
445

I volontari sanferdinandesi la mattina di sabato 21 dicembre 2013 hanno fatto visita ai piccoli degenti intrattenendoli con uno spettacolo organizzato e interpretato dagli stessi volontari. Quindi attori improvvisati vestiti da dottor Mimì e Cocò, da Biancaneve, Cenerentola e Principe, Cappuccetto Rosso, Capitan Uncino, Minny e Topolino, clown e da Babbo Natale, hanno portato tanta gioia e tanti sorrisi. Il divertimento per i piccoli ed i genitori è stato assicurato e la gratificazione più bella per i volontari sono stati i sorrisi e gli applausi ricevuti, nonché un’accoglienza calorosa e sincera.

Al termine dell’intrattenimento i volontari, vestiti da Babbo Natale, hanno distribuito a tutti i bambini ricoverati giocattoli e panettoncini.

Il presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri Nucleo Protezione Civile di San Ferdinando di Puglia, Cav. Uff. Ferdinando Polione ha espresso il proprio personale ringraziamento alla direzione sanitaria, ai medici del reparto ed a suor Angelina che consentono la realizzazione della giornata della solidarietà e del sorriso. Alla suora è stata consegnata dai volontari, anche quest’anno, la ”luce della Pace da Betlemme”.

“Quest’anno un ringraziamento particolare- rileva Polione- è doveroso rivolgerlo per la partecipazione e presenza, all’Amministrazione Comunale di San Ferdinando di Puglia, nella persona della vice sindaca dott.ssa Arianna Camporeale e dell’assessore Giacomo Rosario Demichele, che hanno apprezzato l’iniziativa, al Comandante della Stazione Carabinieri di San Giovanni Rotondo Luogotenente Vincenzo Pugliese e all’Ispettore Regionale Puglia dell’ANC Tenente Salvatore Costa. Il nostro impegno e la nostra strategia, è quella di promuovere, in collaborazione al CSV Daunia, il volontariato stando vicino ai piccoli, con l’auspicio di far conoscere anche ai grandi, il mondo del volontariato.

Un volontario, ha espresso questa sua personale considerazione: “Ho osservato il volto di alcuni bambini e dei propri genitori, che durante lo spettacolo avevano un viso sorridente. In mente questo bel ricordo l’ho portato anche a casa e l’ho raccontato anche in famiglia. Riflettevo che anche quest’anno più degli altri anni siamo riusciti a regalare un sorriso a chi sta attraversando un momento difficile della propria vita, in particolare i genitori che sono più consapevoli della situazione. L’insieme di tutte queste impressioni ha scaturito in me l’importanza del dono della VITA che il Signore ci ha donato e che dobbiamo ringraziarlo ed essere forti in tutte le situazioni che si presentano giorno per giorno”.

Un’altra volontaria ha commentato:” Il tempo, la passione, il sacrificio, la rinuncia, la gratificazione, la seconda casa, l’amicizia, l’esercizio, la formazione, la coesistenza, una divisa, un paio di caschi e tanta volontà…. questo è per me il volontariato. L’altra faccia del volontariato ….. il sorriso di quei bambini è il dono più bello….  pace amore gioia infinita”.

Non sono mancati momenti di commozione quando la mamma di un bimbo ricoverato ha chiesto di esprimere un suo pensiero: “Ringraziare innanzitutto il Signore per il supporto spirituale, l’equipe medica che con dedizione e amore curano questi bimbi e infine le associazioni che s’impegnano nel donare momenti di felicità”.

Con questa iniziativa, ha aggiunto il Tenente Costa Salvatore,” l’Associazione Carabinieri intende consolidare, unitamente all’Arma dei Carabinieri in servizio, il grande cuore della famiglia CARABINIERI, sempre vicina alla gente e in quest’occasione vicina ai genitori dei bambini e ai sanitari della Casa Sollievo che quotidianamente donano conforto e assistenza”.

Il Cav. Uff. Ferdinando Polione conclude dicendo:” Per me la cultura del “dare e donare è la migliore comunicazione. E’ Natale ogni volta che ricevo in dono i sorrisi e assisto al divertimento di tanti bambini, durante la nostra visita al reparto. Auguro per queste sante festività, momenti di serenità e gioia per i baby pazienti e familiari, sanitari e personale della Casa Sollievo della Sofferenza”.

[nggallery id=849]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here