Barletta, chiusura laboratori Istituto “Archimede”. Ventola: “Una decisione obbligata”

0
347

I locali dichiarati inagibili sono i laboratori Moda-Aule Disegno, Tecnologico Sistemi Auto, Macchine ed Utensili, Elettrico, Video-Conferenza, Aula Multimediale, Elettronico, Elettromagnetico, Domotica, Termico, Saldature e Volkswagen.

Al sopralluogo erano presenti, oltre al Presidente Ventola, l’Assessore provinciale all’Edilizia Scolastica Domenico Campana, il Sindaco di Barletta Pasquale Cascella, il Dirigente Scolastico dell’Istituto Anna Ventafridda, il Dirigente del Settore Edilizia della Provincia Mario Maggio ed i tecnici incaricati per i lavori di messa in sicurezza dell’edificio.

Il Presidente della Provincia di Barletta – Andria – Trani Francesco Ventola, in merito alla chiusura ha dichiarato: “E’ stata una decisione obbligata, che abbiamo assunto d’intesa con il Preside dell’Istituto per salvaguardare l’incolumità dei ragazzi e del personale. Certamente, ci spiace per i disagi che arrecheremo, ma era una scelta doverosa anche in considerazione dell’imminente pausa natalizia. Abbiamo assunto un impegno preciso alla luce del sole: i lavori di messa in sicurezza – ha spiegato Ventola – avranno inizio nelle prossime ore ed alla ripresa delle attività didattiche dopo le festività i laboratori torneranno agibili e nella diponibilità dell’Istituto. Ci scusiamo con i studenti e le loro famiglie, ma il nostro interesse prioritario era e resta l’incolumità dei ragazzi. Certo – ha concluso – rimane il rammarico di aver ereditato istituti scolastici in condizioni davvero scabrose, ma come sempre non ci abbattiamo e proseguiamo per la nostra strada”.

Dello stesso avviso l’Assessore provinciale all’Edilizia Scolastica Domenico Campana:”Tra quelli che abbiamo ereditato dalle Province madri, l’ “Archimede” è certamente uno degli istituti messi peggio, dove i necessari interventi di manutenzione non venivano effettuati da decenni – ha commentato l’Assessore Campana -. Per questo, sin dal nostro insediamento gli interventi in questo edificio erano per noi prioritari: oltre a quelli per somma urgenza già realizzati in questi anni, ve n’è uno di carattere più organico, per oltre un milione di euro, per il quale abbiamo ottenuto un finanziamento regionale. Il progetto definitivo è stato già approvato una decina di giorni fa e prossimamente verrà bandita la gara per l’affidamento dei lavori. Ma nelle more non potevamo attendere: occorreva intervenire per salvaguardare l’incolumità dell’istituto e l’abbiamo fatto”.

 

immagini del sopralluogo:

[nggallery id=825]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here