Andria, gli studenti si dissociano e condannano atti violenti di protesta

0
111

“Gli studenti e lavoratori precari della città di Andria, che nel giorno 10/11/13 sono scesi in piazza lontani dal Movimento Forconi, chiariscono e comunicano che:

Ognuno di essi condanna forme di protesta violente e razziste, create per alimentare disordini e scontri che senza mezzi termini ripudiamo e teniamo lontani dai nostri comportamenti

Ribadiamo il nostro distacco dal Movimento Forconi e dai toni usati dagli stessi rappresentanti del movimento. Non riteniamo possibile accettare ancora una volta toni Nazionalisti e discriminatori nei confronti dei Fratelli Migranti. Ci distacchiamo dal Movimento data la grande menzogna dell’apolitica, poiché lo stesso Movimento Forconi vede ai propri vertici esponenti di Forza Nuova, non solo quindi facenti parte di un partito, ma per lo più di un partito neo-fascista.

 Confermiamo che l’attività di mobilitazione rimane attiva in tutte le scuole.

Procediamo con l’informazione all’interno di esse per far si che ogni studente sviluppi e faccia nascere una propria idea critica sulla situazione attuale. continuiamo a raccogliere proposte concrete sulla mobilitazione e sui modi di portarla avanti.

 Chiediamo al Sindaco Giorgino di ricevere una delegazione di studenti durante il prossimo consiglio comunale. Riteniamo infatti che la voce di uno studente in quanto lavoratore del futuro sia da tenere inconsiderazione allo stesso modo della voce dei lavoratori di oggi.

La delegazione di studenti avrà il compito di portare sotto gli occhi del consiglio comunale i veri problemi di noi studenti, rivolgendosi alle istituzioni cittadine in quanto esse presenti sul territorio non solo per amministrare ma anche per ascoltare le nostre proteste e fare in modo che esse vengano portate a chi di dovere e si inizi davvero a cambiare la situazione.

 LA MOBILITAZIONE NON SI ARRESTA”.

Il gruppo “Studenti Attivi” dichiara: “Come rappresentanti degli studenti ribadiamo la nostra lontananza dagli avvenimenti spiacevoli che hanno interessato negli ultimi giorni la nostra città e che la manifestazione studentesca dell’altro ieri ha portato avanti prerogative proprie. Crediamo che la difesa dei nostri diritti debba avvenire ogni giorno, non soltanto in occasione di rivolte come quelle attuali.

 Vorremmo che la discussione sulle difficoltà con cui siamo costretti a confrontarci non sia occasionale e portata avanti da pochi. Motivo per cui stiamo raccogliendo le adesioni per fondare nella nostra città la prima associazione che rappresenti tutti gli studenti delle scuole superiori.

Chiediamo a tutti gli studenti di farsi promotori con i propri docenti affinché alcune ore di lezione dei prossimi giorni siano dedicate all’analisi degli avvenimenti che stanno interessando le città italiane, anche attraverso la lettura dei quotidiani. Nelle nostre scuole sono ancora troppo pochi i momenti dedicati all’attualità.

Siamo convinti che iniziative come queste saranno accolte positivamente dai docenti e dai dirigenti scolastici.

Stefano Di Teo – Rappresentante consulta provinciale Liceo Nuzzi

Roberto Cappabianca – Studente Liceo Nuzzi

Paky Tattolo – Studente Liceo Nuzzi

Alessandro Massaro – Rappresentante Istituto Agrario

Gli studenti che vogliono conoscere i nostri prossimi appuntamenti possono seguirci sul gruppo facebook ”STUDENTI ATTIVI””.

Per eventuali info Stefano Di Teo 3409484227.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here